Calcio: la Fiorentina non segna piu', ancora uno 0-0 col Sassuolo

(AGI) - Roma, 24 set - Secondo zero a zero casalingoconsecutivo per la Fiorentina che, dopo non essere riuscitadieci giorni fa a sfondare il muro del Genoa, questa sera se e'possibile e' ancora piu' sfortunata contro il Sassuolo. Pesanoper i viola le assenze delle bocche dI fuoco offensive MarioGomez e Giuseppe Rossi ma nella sterilita' dei gigliati c'e'anche un pizzico di cattiva sorte visto che contro gli uominiguidati da Eusebio Di Francesco vengono centrati anche duepali, con il secondo davvero clamoroso di Borja Valero, aConsigli battuto. Il Sassuolo che crea un

(AGI) - Roma, 24 set - Secondo zero a zero casalingoconsecutivo per la Fiorentina che, dopo non essere riuscitadieci giorni fa a sfondare il muro del Genoa, questa sera se e'possibile e' ancora piu' sfortunata contro il Sassuolo. Pesanoper i viola le assenze delle bocche dI fuoco offensive MarioGomez e Giuseppe Rossi ma nella sterilita' dei gigliati c'e'anche un pizzico di cattiva sorte visto che contro gli uominiguidati da Eusebio Di Francesco vengono centrati anche duepali, con il secondo davvero clamoroso di Borja Valero, aConsigli battuto. Il Sassuolo che crea un fortino davanti al proprio portiereringrazia e respira in classifica. Il primo tempo e' un dominioterritoriale anche in termini di palle gol della Fiorentina.Privo della coppia d'attacco titolare Mario Gomez-GiuseppeRossi, ai box per infortunio, Vincenzo Montella completa iltridente con il superstite Cuadrado insieme a Babacar e ilredivivo Joaquin. Sara' proprio quest'ultimo il piu' pericolosoal 37' con un destro a giro, deviato, con palla che sfiora ilgol. Il tridente che oppone Di Francesco, con Zaza in panchina,vede Floro Flores-Sansone piu' in fase di copertura cheoffensiva. Le altre chance gigliate dei primi 45' sono undestro di Cuadrado, smanacciato in angolo da Consigli esoprattutto il palo del colombiano (12') su cross da destra diJoaquin. Nella ripresa Montella prova a cambiare le carte intavola in attacco inserendo prima Bernardeschi per Joaquin poianche Ilicic per Cuadrado, ma sul taccuino finisce solo il palocentrato allo scoccare dell'ora di gioco da Borja Valero, suassist di Babacar.Piu' sfiducia che imprecisione nei viola conil passare dei minuti, mentre Di Francesco, a differenza delcollega di panchina sull'altra sponda, ed ex compagno ai tempidi Empoli e Roma, abbassa via via la propria linea difensiva eporta a casa il punto, pur non provando mai ad impensierire ilportiere avversario Neto. (AGI).