Calcio: Claudio Gentile "La Nazionale piace perche' vince"

(AGI) - Roma. - "La Nazionale piace perche' vince, hacentrato l'obiettivo e quando si raggiungono i traguardi non sipuo' che essere  

(AGI) - Roma, 12 ott. - "La Nazionale piace perche' vince, hacentrato l'obiettivo e quando si raggiungono i traguardi non sipuo' che essere favorevoli". Cosi' Claudio Gentile, campionedel mondo a Spagna '82, ai microfoni di 'Radio Anch'io Sport'su RadioUno, commentando la qualificazione dell'Italia allafase finale degli Europei 2016. "Malgrado le difficolta' cheConte incontra - prosegue l'ex difensore della Juventus e ctdell'under 21 - sa dare le giuste motivazioni. Nessuno ha maidiscusso le sue capacita', le ha dimostrate con la Juventus:c'erano dei dubbi iniziali, gestire una Nazionale e' diversorispetto ad un club, ma e' stato bravo a venire fuori tra ivari ostacoli. Voleva dei raduni piu' frequenti e questo non e'possibile, ma ha creato un buon gruppo". Conte potrebbe anchelasciare la panchina azzurra dopo gli Europei: "E' una voce cheho sentito anche io in giro nei vari stadi di calcio. Penso chevorrebbe avere piu' a disposizione i giocatori ed e' giusto, male esigenze delle societa' non glielo permettono e questopotrebbe essere uno dei motivi per non rinnovare il contrattoper il dopo Europei. Aspetteremo fino all'ultimo per capire lasua decisione". Gentile, infine, ha denunciato che nellegiovanili delle squadre italiane "ci sono troppi stranieri ebisogna correre ai ripari. Quando ero alla guida dell'under 21andavo a vedere le squadre, c'erano meno stranieri. Oggi cisono formazioni con dieci o undici stranieri in campo e per ungiovane italiano e' difficile trovare spazio. In Germaniainvece non ci sono mai in campo meno di cinque o sei tedeschiper squadra. Bisogna fare qualcosa: se non si corre ai ripari,in futuro i problemi saranno ancora maggiori rispetto a quelliche abbiamo oggi". (AGI)