Calcio: Catania. Abodi, nessun rischio di invalidare campionato

(AGI) - Roma, 23 giu. - "Il rischio di invalidare il campionatonon esiste. Per definizione la responsabilita' e' individuale,quindi risponde chi paga". Cosi' il presidente della Lega diSerie B Andrea Abodi a Sky TG24 HD, in merito alla possibilita'che l'inchiesta che ha colpito alcuni dirigenti del Cataniapossa invalidare il campionato di Serie B appena concluso. "Lasituazione e' circoscritta, anche se indubbiamente c'e'un'incidente sulla competizione stessa. A questo punto miauguro soltanto che, al di la' della competizione che si e'appena chiusa, si possa riaprire la nuova sotto gli auspicimigliori e che

(AGI) - Roma, 23 giu. - "Il rischio di invalidare il campionatonon esiste. Per definizione la responsabilita' e' individuale,quindi risponde chi paga". Cosi' il presidente della Lega diSerie B Andrea Abodi a Sky TG24 HD, in merito alla possibilita'che l'inchiesta che ha colpito alcuni dirigenti del Cataniapossa invalidare il campionato di Serie B appena concluso. "Lasituazione e' circoscritta, anche se indubbiamente c'e'un'incidente sulla competizione stessa. A questo punto miauguro soltanto che, al di la' della competizione che si e'appena chiusa, si possa riaprire la nuova sotto gli auspicimigliori e che ci sia un processo che velocemente ci consentadi iniziare la competizione". "La prima reazione e' sicuramente un grande dolore, perche'lavoriamo ogni giorno per rendere comunque credibile e peraumentare la reputazione del nostro contesto, quindi questa e'una notizia che ci lascia sgomenti", aggiunge Abodi. "Bisogna reagire immediatamente - ha spiegato il numero unodei cadetti - e continuare il nostro lavoro, l'impegno verra'ulteriormente moltiplicato. Mi auguro che le cose venganochiarite, che si sappia la verita' il prima possibile e checomunque, di fronte a certi fenomeni, la risposta in caso diconferma sia dura, e faccia capire che il nostro mondo non e'disposto ad accettare nessun tipo di accomodamento o accordo -ha concluso Abodi - che mortifichi il campo e il valoresportivo di una competizione". Le indagini sono condotte dalladigos etnea, su ordine della locale Procura Distrettuale dellaRepubblica di Catania, con l'ausilio di personale delle digosdelle questure di Roma, Chieti e Campobasso e del compartimentodella polizia postale di Catania.(AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it