Calcio: Atalanta, via Colantuono arriva Edy Reja "per centrare la salvezza"

(AGI) - Roma - Goriziano classe 1945, Edoardo "Edy"Reja, dopo una discreta carriera da calciatore (giocava dacentrocampista) vissuta tra Spal, Palermo  [...]

Calcio: Atalanta, via Colantuono arriva Edy Reja "per centrare la salvezza"
(AGI) - Roma, 4 mar. - Goriziano classe 1945, Edoardo "Edy"Reja, dopo una discreta carriera da calciatore (giocava dacentrocampista) vissuta tra Spal, Palermo e Alessandria, iniziala carriera di allenatore nel 1979. Molinella, Ponselice,Pordenone, Pro Gorizia, Treviso, Mestre e Varese prima diarrivare, nel 1987, in serie B con il Pescara. Quattro lepromozioni conquistate dal tecnico friulano in Serie A: laprima con il Brescia nel 1997, la seconda con il Vicenza nel2000, la terza alla guida del Cagliari nel 2004 e la quarta conil Napoli nel 2007. Nella stagione 1991/1992 Reja sfiora anchecon il Cosenza la promozione nella massima serie, svanita solonell'ultima giornata di campionato al "Via del Mare" di Lecce.Altra promozione sfiorata, nella stagione '97-98, al Torino,dove era arrivato a torneo in corso. Dopo la fortunataesperienza di Cagliari, nel 2005 arriva a Napoli come sostitutodi Giampiero Ventura: e' lui il primo allenatore del nuovoNapoli gestito da Aurelio De Laurentiis. Riesce a portare lasquadra dalla C alla Coppa Uefa. Nella stagione 2008/2009, dopo9 partite in cui il Napoli raccoglie appena 2 punti, Reja vieneesonerato - dopo 4 anni e 188 panchine tra campionato e coppe -e sostituito con Roberto Donadoni. Nell'agosto del 2009 diventaallenatore dell'Hajduk Spalato subentrando a Ivica Kalinic, matorna in Italia nel febbraio del 2010 chiamato dalla Lazio persostituire Ballardini. Il tecnico goriziano conduce ibiancocelesti alla salvezza e nella stagione successiva sfioral'accesso alla Champions League, chiudendo in quinta posizione.Nella stagione successiva (2011-12) fa anche meglio, portandola Lazio al quarto posto, ma il difficile rapporto conl'ambiente (per due volte Lotito respingera' le sue dimissioni)lo spinge a lasciare la panchina biancoceleste. Il 4 gennaio2014 ritorna alla Lazio dopo il licenziamento di VladimirPetkovic. La squadra chiude il campionato al nono posto e nonriesce a centrare l'obiettivo Europa. Lotito e Reja si separanonuovamente a fine stagione. Il goriziano riparte dall'Atalanta,la "Dea", dopo l'esonero di Colantuono, si e' affidata a luiper centrare la salvezza. .