Serie A: Sampdoria-Genoa 0-3, ai Grifoni il derby della Lanterna

Roma - Il Genoa domina il derby, la Sampdoria si salva ma ha davvero poco da festeggiare: Pavoletti (gol e assist) e Suso (doppietta) strapazzano Montella che si assicura la permanenza in Serie A grazie ai risultati degli altri campi, ma esce con le ossa rotte dalla sfida del Ferraris. Non c'e' stata davvero storia: straripante il Genoa, troppo brutta la Samp, subito sotto e incapace di reagire. Cosi' il Genoa fa tutto cio' che vuole. E al primo assalto e' gia' gol: corridoio di Rigoni per Ansaldi, cross sporco sul quale si avventa Pavoletti, che anticipa Silvestre e fredda Viviano, non perfetto nell'occasione. L'1-0 galvanizza il Genoa e anestetizza la Samp: ci prova Dzemaili da 50 metri, quindi salva Cassani su Pavoletti. Mentre Montella cerca disperatamente di rianimare i suoi, il Genoa raddoppia: e' il 26' quando Suso, servito da Pavoletti, si porta a spasso Silvestre e Cassani infilando Viviano col sinistro. Cassano prova a tirare su i suoi, Quagliarella viene 'sbranato' da Burdisso e De Maio, cosi' per il primo tiro di marca blucerchiata bisogna attendere il 34', quando Soriano aggancia col destro, ma anche Lamanna diventa protagonista. Solo un lampo, perche' il finale e' ancora rossoblu': Cassani salva su Rigoni. Il duplice fischio di Banti, sostituto in extremis del designato Tagliavento, suona come la fine di un incubo per la Samp, mentre il Genoa - che da calendario gioca in trasferta - si gode gli applausi dei suoi tifosi.

Praticamente obbligata a reagire, la Samp si aggrappa ai suoi uomini di maggiore classe: da Cassano a Quagliarella, finalmente al tiro, strepitosa pero' la risposta di Lamanna. Montella passa alla difesa a 4 con Correa per De Silvestri: Fernando calcia alto dopo l'azione caparbia di Cassano. Gasperini, dopo Tacthsidis per Rigoni, sceglie la corsa di Gabriel Silva per la corsa di Dzemaili. La punizione di Fernando non crea grattacapi a Lamanna, qualche brivido invece per Viviano prima su Ansaldi, poi su Rincon. La Samp si sbilancia, il Genoa la punisce di nuovo: contropiede clamoroso di Laxalt, Viviano salva come puo', arriva Pavoletti che la tocca per Suso, lo spagnolo ex Milan firma la doppietta personale e indirizza definitivamente il derby dalla parte genoana. Anche se Fernando, con un gran tiro, centra la traversa (poi Lamanna para su Quagliarella). Viviano evita il poker parando su Tacthsidis ma poco cambia. Per il Genoa un trionfo totale, per la Samp un tonfo che fa malissimo. (AGI)