Aumentano i 'crociati' giallorossi. Trigoria e la maledizione dei legamenti

Tredici infortuni negli ultimi tre anni, sempre al legamento crociato del ginocchio. Ma che succede ai calciatori della Roma

Aumentano i 'crociati' giallorossi. Trigoria e la maledizione dei legamenti

"Dopo il bollettino medico del club diffuso in mattinata, nel pomeriggio di oggi Rick Karsdorp è stato sottoposto ad una visita specialistica con il Prof. Mariani che ha confermato il dato clinico-strumentale riscontrato e che sottoporrà nella mattinata di domani l’atleta ad un intervento di chirurgia artroscopica al ginocchio sinistro". La maledizione continua. Rick Karsdorp, terzino olandese di belle speranze acquistato dalla Roma in estate, si è infortunato al legamento crociato del ginocchio sinistro. Giusto ieri sera aveva fatto il suo debutto in Campionato nella partita vinta in casa contro il Crotone. Una brutta tegola per Eusebio Di Francesco, che contava molto sul recupero del giocatore anche per concedere un po' di turnover ai titolari. 


Ma la notizia non è questa. Kardstop è l'ultimo il tredicesimo calciatore della Roma che negli ultimi tre anni si è rotto il legamento crociato di un ginocchio, 5 solo quest'anno. È il sito laroma24.it a fare il conto preciso degli infortuni: "Andando con ordine la prima vittima di questa maledizione fu Kevin Strootman. Il calvario dell'olandese iniziò il 9 marzo 2014 con l'infortunio in Roma-Napoli, poi come noto ci fu la ricaduta dopo Roma-Fiorentina del gennaio 2015, con la 'sindrome del Ciclope' che costrinse l'olandese a tornare sotto i ferri. Poi la maledizione si è abbattuta sulla Primavera giallorossa: a farne le spese Capradossi (settembre 2015), Ponce (a novembre) e Nura (aprile 2016). Poi fu di nuovo il turno della prima squadra: altra vittima di lusso fu Antonio Ruediger, che si infortunò nel ritiro della Nazionale tedesca a Evian (Francia), a pochi giorni dal suo riscatto dalla Stoccarda e in particolare a pochi giorni dall'inizio dell'Europeo. Era il 7 giugno 2016, poche settimane dopo la dea bendata voltò nuovamente le spalle ai giallorossi con l'ennesimo crack, stavolta di Mario Rui e avvenuto durante la tournée americana a Boston.

Le doppiette di Florenzi e Strootman

Ancora sul sito dei tifosi romanisti: "Sfortuna nella sfortuna, c'è spazio anche per le 'doppiette'. A farne le spese Alessandro Florenzi: primo infortunio nell'ottobre dello scorso anno durante la sfida con il Sassuolo a Reggio Emilia, a febbraio ulteriore ricaduta dopo un allenamento a Trigoria, quando ormai il rientro era prossimo. A maggio, il 28 maggio, il giorno in cui il mondo romanista ha dovuto affrontare l'addio al calcio di Francesco Totti, alla lista degli infortunati si aggiunse EmersonPalmieri, tutt'ora sulla via del recupero. L'estate poi ha portato di nuovo brutte notizie per i giovani giallorossi. Prima Luca Pellegrini, difensore della Primavera aggregato per il ritiro alla prima squadra messo fuori gioco dalla rottura del crociato durante il test a Pinzolo con lo Slovacko dello scorso 15 luglio. Il tour della sfortuna fece poi un'altra tappa a settembre tra la formazione di Alberto De Rossi. Altra vittima: George Ganea, diciottenne attaccante rumeno appena arrivato dall'Entella, che alzò bandiera bianca dopo pochi secondi della gara di campionato con il Sassuolo".

Nell'infografica di Franco Cristino, la formazione tipo dei 'crociati' romanisti. Manca un portiere, ma qui corre l'obbligo di toccare ferro.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it