Il Napoli si è fermato a Empoli

Il Napoli si è fermato a Empoli

I partenopei gettano via le residue speranze di conquistare lo scudetto facendosi recuperare e poi sconfiggere dai toscani per 3-2

rimonta Empoli Napoli dice addio a scudetto

© Ettore Griffoni / NurPhoto / NurPhoto via AFP

 
- Pinamonti

AGI - Il Napoli getta via le sue residue speranze di scudetto facendosi rimontare due reti a 10' dalla fine e perdendo ancora contro l'Empoli (3-2), con i toscani che conquistano tre punti fondamentali in chiave salvezza. Eroe del giorno Pinamonti che con una doppietta in tre minuti affossa la banda di Spalletti che era stata brava a segnare a cavallo dei due tempi con Mertens e Insigne.

Imbarazzante la difesa azzurra ospite che è caduta in un vero black-out in zona Cesarini, con Meret più degli altri sul banco degli imputati. Il Napoli passa in vantaggio al tramonto del primo tempo. Nel momento migliore dell'Empoli, i partenopei segnano con Mertens bravo a inserirsi in area, sfruttare un cross di Lozano da destra e anche un velo fondamentale di Osimhen.

E pensare che erano stati i padroni di casa ad avere le chance migliori per andare davanti nel punteggio prima con Pinamonti al 3' su angolo di Asllani, con errore del numero 99 azzurro liberissimo in area, e poi con Meret decisivo su un sinistro velenoso di Asllani al 40'.

I partenopei, partiti meglio, si sono spenti quasi subito nel gioco e nell'iniziativa, pagando un centrocampo incapace di avere dinamismo, e con un Empoli ottimamente disposto in campo. Il Napoli sembra chiudere la gara al 52' quando su assist di Anguissa, Insigne incrocia in maniera perfetta battendo nuovamente Viti.

Accusato il doppio contraccolpo psicologico, Andreazzoli ha stravolto il suo Empoli con gli ingressi nel giro di 5' di Henderson, Cacace, Di Francesco e Bajrami. Spalletti ha risposto togliendo Lozano ed inserendo Zielinski, passando di fatto dal 4-2-3-1 al 4-3-3. È però l'uscita di Mertens a poco meno di 10' dalla fine a pesare perché da quel momento il Napoli arretra il suo baricentro e a 10' dalla fine Henderson riapre la gara.

Di Francesco fa le prove del pareggio sbagliando un calcio di rigore in movimento, poi il patatrac di Meret che si fa prendere il tempo da Pinamonti che fa 2-2. Sempre Pinamonti poco prima del 90' manda in delirio il 'Castellani' bruciando ancora una volta tutta la difesa azzurra. Per i toscani al triplice fischio finale del signor Marinelli è il delirio e tre punti d'oro, per il Napoli un pomeriggio da incubo. 

De Laurentiis impone il ritiro

"La Società ha deciso che da martedì, alla ripresa degli allenamenti, la squadra andraàin ritiro permanente" si legge in un tweet pubblicato dal Napoli, chiaro segnale che la sconfitta ha fatto perdere le staffe al presidente Aurelio De Laurentiis. Luciano Spalletti e i suoi giocatori andranno quindi in ritiro, con l'obiettivo di ritrovare serenità mentale in vista del finale di stagione.