Lippi è il nuovo ct della Cina

Il tecnico ha firmato il contratto. Il sogno è la qualificazione ai mondiali di Russia 2018

Lippi è il nuovo ct della Cina
Marcello Lippi (afp) 

Roma - Mancava l'ufficialità, adesso c'è anche quella: Marcello Lippi è il nuovo ct della Cina. Il tecnico viareggino - campione del mondo con gli azzurri nel 2006 - ha firmato oggi il contratto che lo lega alla Federcalcio di Pechino. La presentazione ufficiale è stata fissata per venerdì 28 nella capitale cinese.

Lippi torna dunque in panchina dopo due anni. L'ultima avventura proprio in Cina, al Guangzhou Evergrande: ingaggiato nel maggio 2012, l'ex ct azzurro conquista tre campionati cinesi, una coppa nazionale e soprattutto una Champions League asiatica nel 2013. Passato il testimone a Fabio Cannavaro, Lippi resta al Guangzhou ancora per qualche mese nelle vesti di direttore tecnico prima di lasciare la Cina nel febbraio 2015.

 

L'autobiografia di Lippi in cinese, "ho ancora voglia di calcio"

Nei mesi scorsi il suo nome era tornato d'attualità per un ruolo dirigenziale in seno alla Figc ma la nomina è saltata per questioni regolamentari (il figlio Davide avrebbe dovuto rinunciare a fare l'agente di calciatori). Nelle ultime settimane si era vociferato di un ritorno di Lippi proprio alla guida del Guangzhou, quindi i contatti con la Federazione cinese per provare a conquistare una qualificazione mondiale che ad oggi pare un miraggio: dopo le prime quattro partite della terza fase, la Cina occupa l'ultimo posto del girone B con appena un punto (pari contro l'Iran, sconfitte con Corea del Sud, Siria e Uzbekistan).

Lippi avrà ora sei partite, la prima delle quali il 15 novembre contro il Qatar, per provare a risalire fino al primo o secondo posto, che assegnano il pass diretto per Russia 2018. La terza piazza garantisce lo spareggio con la terza classificata dell'altro gruppo e l'eventuale sfida intercontinentale con la quarta classificata del girone Concacaf,  la Confederazione calcistica del Nord, Centro America e Caraibi. (AGI)