La Juve vola di nuovo a +9, doppio Totti e la Roma risorge 

Bianconeri vicini al quinto scudetto di fila. Giallorossi sotto con il Toro ma salvati dal capitano. Inter e Viola ko

La Juve vola di nuovo a +9, doppio Totti e la Roma risorge 
Mario Mandzukic, Juventus (afp) 

Torino - La Juve risponde al Napoli, batte 3-0 la Lazio e mantiene il +9. Quella bianconera, a 4 giornate dalla fine, e' piu' di una semplice ipoteca sul quinto scudetto consecutivo. Vittoria netta, meritata, senza discussione con Buffon che si gode una serata di assoluto riposo e per l'ennesima volta mantiene inviolata la sua porta. Per Simone Inzaghi primo boccone amaro, ma di fronte a questa Signora ci si puo' solo inchinare. La Lazio ha tenuto fino al 3' del secondo tempo quando Patric, con il risultato gia' sull'1-0 (Mandzukic) si e' fatto espellere, lasciando campo libero ai bianconeri che con la doppietta di Dybala (il primo gol su rigore) hanno preso il largo e messo in ghiaccio lo scudetto. ​

La Roma "blinda" il terzo posto grazie al suo capitano Francesco Totti che entra al 41' della ripresa mentre la squadra e' sotto 1-2 e segna una doppietta (uno su rigore) in tre minuti per il 3-2 finale che manda in visibilio l'Olimpico. Belotti aveva segnato la rete per i granata, Manolas aveva pareggiato e Martinez aveva riportato avanti la squadra di Ventura. Poi l'ingresso in campo di Totti.

Un altro capitano, il genoano De Maio condanna l'Inter alla sconfitta al Ferraris e li annontana dai sogni Champions. La rete del genoano arriva nella ripresa e i nerazzurri non riescono a rimontare. Ma il quarto posto al momento e' tranquillo per la squadra di Mancini visto il contemporaneo ko della Fiorentina a Udine: Zapata porta in vantaggio i bianconeri, Zarate pareggia, poi fa la differenza nella ripresa la rete di Thereau.

Sassuolo-Samp a reti bianchi, Montella è salvo

Puo' dirsi definitivamente conclusa l'esperienza in serie A del Verona, sconfitto ad Empoli. La squadra di Delneri e' stata piegata da una rete di Maccarone nella ripresa, mentre la compagine toscana festeggia di fatto la salvezza tornando alla vittoria. Il Chievo conferma il suo trend positivo piegando in casa il Frosinone che pure aveva subito trovato la rete del vantaggio con Ciofani. Ciociari in 10 per il rosso ad Ajeti, clivensi che pareggiano con Floro Flores e nella ripresa mettono la freccia grazie ad un rigore di Pellissier, prima che il Frosinone rimanga addirittura in 9 per il rosso a Chibsah. A ruota arrivano anche le reti di Rigoni, Sardo ed ancora Pellissier nel finale per il 5-1 finale. Infine, il Palermo che nella sfida a porte chiuse contro l'Atalanta non va oltre il pari 2-2 anche se muove la classifica. Rosanero subito in vantaggio con Vazquez su rigore, si fanno raggiungere con un altro penalty calciato da Borriello e bergamaschi che passano addirittura in vantaggio ad inizio ripresa con Paletta. Il pareggio palermitano arriva alla mezz'ora e porta la firma di Struna. (AGI)