La Juve batte 2-1 la Fiorentina e ipoteca lo scudetto

Nel pomeriggio vittorie di Palermo, Sassuolo, Samp, Atalanta e Bologna 

La Juve batte 2-1 la Fiorentina e ipoteca lo scudetto
Mario Mandzukic, Juventus (afp) 

Firenze - La Juventus vince 2-1 a Firenze e si cuce il quinto scudetto consecutivo sulle maglie. Manca solo il verdetto della matematica che potrebbe arrivare domani, dipende dalla Roma.Se i giallorossi faranno risultato con il Napoli consegneranno il tricolore ai bianconeri. Partita bella al Franchi, la Fiorentina gioca anche meglio, ma vince la squadra di Allegri. Prima le reti annullate a Khedira (in fuorigioco) e a Bernardeschi (regolare), poi, al 39' il gol di Mandzukic che sblocca il risultato. I viola non mollano, attaccano, Buffon e' insuperabile, poi arriva l'errore di Bonucci e, al 36' della ripresa, Kalinic pareggia. Due minuti dopo, pero' Morata, riporta in vantaggio la Juve. Non e' finita, al 44' rigore per la Fiorentina, Buffon para il tiro di Kalinic che, al 93', prende la traversa. Vince 2-1 la Juventus, lo scudetto sara' ancora bianconero. Si comincia con Paulo Sousa che sceglie il 4-2-3-1 per mettere in difficolta' il 3-5-2 della Juve.Davanti alla difesa Borja Valero e Badelj, sulla trequarti Tello, Ilicic e Bernardeschi, Kalinic punta. Aggressiva e abile nel palleggio, ma i bianconeri chiudono bene gli spazi. Allegri ha scelto una Juve un po' piu' prudente del solito. Gli esterni sono Evra e Lichtsteiner, in panchina Alex Sandro e Cuadrado, mentre in regia il prescelto e' Lemina e non Hernanes.

Nel pomeriggio vittorie di Palermo, Sassuolo, Samp, Atalanta e Bologna 

Gioca bene la "viola", pressing alto, scambi stretti e ricerca del gioco sulle fasce. La prima conclusione, pero', arriva soltanto al 12° e il sinistro di Ilicic non impensierisce Buffon. Si vede anche la Juve che in realta' va subito in gol, ma Khedira e' in off-side sull'assist di Mandzukic e Tagliavento annulla. Non e' in fuorigioco, invece, Bernardeschi quando al 20° batte il suo concittadino Buffon concretizzando l'invito di Ilicic. Il 10 viola e' in linea con Barzagli non per Giallatini che alza la bandierina: gol annullato. Insiste la Fiorentina e va vicino all'1-0 con un cross basso di Bernardeschi deviato da Barzagli, bravo Buffon a salvarsi in angolo. La risposta bianconera e' di Dybala che prova dalla distanza ma non trova la porta. Gara aperta, meglio la squadra di Sousa che ci prova anche con Tello, ma sul suo sinistro Buffon blocca in tuffo. La Juventus regge e, al 39', piazza la zampata con Mandzukic che con un sinistro al volo batte Tatarusanu sulla sponda di testa di Pogba. Non ci sta la Fiorentina che si rimette subito al lavoro: Bernardeschi al 43' impegna in angolo Buffon, un minuto dopo Alonso sbaglia da due metri di testa, ma la trattenuta di Rugani ai suoi danni e' materiale per la moviola, il rigore poteva starci. Nella ripresa non cambia il tema tattico del match: possesso palla viola, bel gioco, ma la Juve si chiude bene. Sousa prova a dare vivacita' al suo attacco e inserisce Zarate per Ilicic all'8'. Ma e' la Juve, all'11', a sfiorare il 2-0 con un micidiale contropiede Pogba-Mandzukic-Pogba, splendida la giocata del francese che pero' arriva esausto davanti a Tatarusanu. La Fiorentina non si lascia intimidire, funziona la "mossa-Zarate", l'ex Lazio e' bravo a saltare l'uomo e impegna in due occasioni Buffon che poi si salva in angolo con l'aiuto del palo esterno sul sinistro in corsa di Kalinic ben lanciato da Alonso.

Dentro anche Mati Fernandez per Tello. La Juve difende compatta, ma sono tanti i giocatori viola bravi nell'1 contro 1 ed e' cosi' che Rugani, al 27', prende la prima ammonizione in A per fermare Bernardeschi.Dopo una serie di rimpalli Alonso ha sul sinistro la palla dell'1-1 ma calcia male. Allegri inserisce Morata per Dybala. La Fiorentina sembra stanca, da' l'impressione di non averne piu', ma al 36' arriva la sorpresa: errore di Bonucci che si fa rubare palla da Borja Valero, il rimpallo favorisce Kalinic che con un destro a girare batte Buffon: 1-1. Uno "schiaffo" che la Juve non accetta e due minuti dopo e' di nuovo avanti con il tap-in di Morata dopo un tiro di Evra respinto da Badelj. Nel finale succede di tutto, Tagliavento concede all'89' un rigore ai viola per un fallo (molto dubbio) di Cuadrado su Kalinic. Sul dischetto va lo stesso Kalinic, ma Buffon respinge e poi si supera dicendo no anche al tap-in di Bernardeschi. Monumentale il portiere bianconero, ma non e' finita, al 93' Kalinic prende la traversa da due passi. Finisce 2-1, i gol di Mandzukic e Morata, ma soprattutto le parate di Buffon consegnano il quinto scudetto consecutivo alla Juventus. Domani potrebbe essere gia' festa, dipende da Roma-Napoli. (AGI) .