L'attesa per Italia-Svezia sui social, tra ironia e disperazione

Venti tweet per entrare al meglio nel clima partita

L'attesa per Italia-Svezia sui social, tra ironia e disperazione

Stasera c’è Italia-Svezia e gli azzurri si giocano l’ultima chance per andare ai mondiali di Russia 2018. Il calcio d’inizio è fissato per le 20.30, a San Siro, che ospiterà 72mila italiani pronti a sostenere, nonostante tutto, Ventura e la sua Nazionale. Ma c’è un altro match che è iniziato venerdì sera dopo la disfatta in Scandinavia: è la partita dei social, sempre attivi, sempre ironici e disperati allo stesso tempo, sempre cinici e pronti ad esprimere, dopo critiche e sberleffi, il loro sostegno alla maglia. Abbiamo raccolto per voi 20 tweet per entrare, al meglio, in clima partita. - Notte prima degli esami (calcistici). Occhi sbarrati e cuore che batte a mille sognando notti magiche.

Tre giorni in cui si è diffuso un unico grido, un unico urlo di battaglia, il solo in grado, sotto forma di hashtag, di intimorire gli svedesi: #rimontiamoli

Ventura e Buffon sono già pronti, carichi e con gli occhi della tigre

E se fossi un senatore della Juventus eviterei di promettere certe cose parlando di “Finali”. Bene, ma non benissimo.

I tre precedenti (che non fanno ben sperare) con la Svezia Poca fortuna in generale

San Siro e le vittorie in parabola discendente

Naturalizzati, tutta colpa vostra

Gli svedesi, visto la nostra palese inferiorità hanno deciso anche loro di venirci incontro e giocare senza Ct.

Ma anche senza una guida tecnica all’altezza, sono i tifosi che possono far muovere qualcosa nell’animo nei giocatori. L’invito di Buffon.

Se la smettessimo poi di usare il telefono per cavolate daremmo anche una figura migliore: #noalibi

Anche da casa. Un’orda di 11 milioni di persone possono cambiare il mondo

Il problema è che qualcuno, in panchina c’è. Sperimentazioni 1.

Sperimentazioni 2

Previsioni sul futuro (d’ispirazione virale)

Del resto, i 280 caratteri possono servire anche a questo

In fondo tutti ci crediamo

Titoli 1

Titoli 2

Ma fino a stasera questo è l’unico comandamento da seguire

Al massimo è lecito intonare una delle canzoni più belle scritte negli ultimi trent’anni. Sperando di non dover, al novantesimo minuto, cambiarne le parole.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it