Fiorentina festeggia i 90 anni con 1-0 al Chievo

Firenze - Basta un colpo di testa di Carlos Sanchez, centrocampista colombiano prelevato dall'Aston Villa, per far sorridere la Fiorentina: Paulo Sousa festeggia nel migliore dei modi i 90 anni del club viola, che merita il successo, seppur di misura, contro un Chievo che, dopo un primo tempo un po' cosi', nella ripresa ha impensierito Astori e compagni, anche se l'occasione migliore e' stata la traversa di un ottimo Ilicic. A sprazzi, il Franchi ha ammirato la Fiorentina della prima parte della scorsa stagione, nonostante la sfortuna (Vecino, Tatarusanu e lo stesso Sanchez ko). Per il Chievo un passo indietro rispetto alla grande prova contro l'Inter, ma ovviamente niente drammi. Va subito ko Vecino, che si aggiunge all'indisponibilita' di Rodriguez (Alonso nei tre di difesa con Tomovic e Astori, debutta il croato Milic sulla sinistra, Tello a destra): dentro Badelj al fianco di Sanchez, Ilicic e il rientrante Borja Valero alle spalle di Kalinic. Il pallino e' viola, specie quando vengono innescati Ilicic, Kalinic e Borja: lo spagnolo, al termine di un'azione personale, impegna Sorrentino e si guadagna il corner che porta al vantaggio della Fiorentina. Il sinistro di Ilicic e' perfetto per la testa di Sanchez, Sorrentino non puo' nulla (29'). Anche prima del gol il Chievo era apparso un po' sottotono, nonostante Maran abbia messo in campo gli stessi 11 che hanno annichilito l'Inter una settimana fa: Meggiorini e Inglese vengono cercati poco, per Tatarusanu il primo vero spauracchio attorno alla mezz'ora in un contrasto con Meggiorini che lo costringera' a uscire prima dell'intervallo per giramenti di testa.

Dentro Lezzerini, che 'battezza' subito male la punizione di Birsa: Dainelli non ci arriva per un soffio. Prima dell'intervallo il corner di Ilicic e il sinistro di Sanchez mettono altri brividi a Sorrentino. Al rientro, il Chievo si scuote e serve un miracolo di Lezzerini per evitare il pareggio di Meggiorini, la risposta della Fiorentina e' affidata al solito Ilicic, sinistro out di un nulla dopo la bella iniziativa di Milic e Kalinic. La partita s'infiamma: Inglese e Birsa per Meggiorini, destro da dimenticare.Ancora Lezzerini pronto su Meggiorini, subito dopo il terzo infortunio di serata per Paulo Sousa, che perde anche Sanchez: dentro Bernardeschi. Che chance per il 2-0 all'80': e' clamorosa la traversa centrata da Ilicic a tu per tu con Sorrentino. Finale ad alta tensione, con Maran che mette dentro Jallow e Rigoni dopo Pellissier, mentre Cacciatore cambia la maglia sporca di sangue ma senza numero e nome. Per Fabbri e i suoi collaboratori e' tutto ok. Anche per la Fiorentina, che si porta a casa i primi tre punti della stagione, mentre il Chievo, dopo la 'sbornia' post-Inter, torna sulla terra. (AGI)