Fabio Grosso è il nuovo allenatore del Brescia

 Sostituirà Eugenio Corini sulla panchina delle Rondinelle. I due sono stati compagni di squadra nel Palermo tra il 2004 e il 2006 ai tempi del Palermo. 

fabio grosso brescia

Con il passaggio a Brescia, Fabio Grosso - campione del mondo 2006 - ritroverà la Serie A. Per l'allenatore nato a Roma da genitori abruzzesi è la prima occasione su una panchina della massima serie dopo le esperienze di Bari e Verona. Da giocatore invece ha giocato in massima serie con le maglie di Perugia, Palermo, Inter e Juventus. L'eroe di Berlino, uno dei principali artefici di quella coppa del Mondo, sostituirà Eugenio Corini sulla panchina delle Rondinelle. I due sono stati compagni di squadra nel Palermo tra il 2004 e il 2006 ai tempi del Palermo. Dopo i play-off raggiunti con il Bari in Serie B nel 2017 e l'esperienza negativa con il Verona la scorsa stagione, Grosso ha la sua grande chance. In Puglia allenò i galletti per 46 volte con una media di poco superiore ad 1,60 punti a partita. Meno bene a Verona, dove in 36 partite chiuse con 1,44.

Grosso predilige un 4-3-3 che ha mostrato ai tempi di Bari e Verona. Non ha disdegnato la difesa a 3 nel corso della sua carriera con centrocampo a 5 o a 4 e un trequartista dietro le due punte. Ha anche utilizzato il 4-3-1-2 con cui Corini ha iniziato la stagione di A quest'anno, ai tempi delle giovanili della Juventus, la sua prima esperienza su una panchina. Il suo e' un calcio propositivo che si basa sull'aggressività e sul possesso. Il Brescia ha le caratteristiche tecniche per affrontare la sfida e la filosofia di gioco del suo nuovo allenatore.

Cetteo Di Mascio, suo mentore ai tempi della Renato Curi - squadra tra le cui fila si sono formati sia lui che Massimo Oddo - disse in un'intervista al Messaggero: "Fabio ha fatto sempre bene, anche da giocatore, perché all'ottimo piede e alla tecnica ha abbinato il cervello. Io lo chiamo la "centralina". A questa, ora si aggiunge l'esperienza maturata da calciatore. Stravedo per lui, anche perché ha dei valori che alla lunga lo porteranno a diventare un grande allenatore". L'allenatore 41enne, secondo quanto riporta Sky Sport, firmera' un contratto fino a giugno con opzione di rinnovo in caso di salvezza. Debutterà contro il Torino in casa sabato prossimo nella sfida delle 15 della dodicesima giornata di Serie A.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it