Euro-Sassuolo a Torino, Samp beffa la Lazio. Borriello chiama Conte

La squadra di Di Francesco a un punto dalla zona Europa League. L'attaccante dell'Atalanta segna ancora e si candida a un posto in Nazionale

Euro-Sassuolo a Torino, Samp beffa la Lazio. Borriello chiama Conte
 Eusebio Di francesco Allenatore Sassuolo (Agf)

Roma - Il Sassuolo crede ancora al sesto posto e si porta a ubn punto dal Milan (che giocherà domani a Verona) e lo dimostra andando a vincere con determinazione all'Olimpico di Torino contro i granata (1-3). Bruno Peres aveva replicato a Sansone nel primo tempo rimettendo in parita' nel match, nella ripresa dopo un forcing intenso e' stato Peluso sugli sviluppi di un angolo a mettere alle spalle di Padelli per il 2-1 e poi nel finale Trotta arrotonda il punteggio. "Ultimamente avevamo lasciato qualcosina per strada, raccogliendo poco rispetto a quanto avevamo prodotto. Oggi abbiamo vinto su un campo difficile, contro una squadra in grande forma - dice ai microfoni di Sky l'allenatore degli emiliani, Eusebio Di Francesco -. I miei giocatori hanno tenuto bene il campo, nonostante le tante assenze e nonostante l'ingenuita' sul gol dell'1-1, nel quale abbiamo permesso agli avversari di segnare, dopo il nostro vantaggio iniziale, concedendo un'azione di rimessa, a seguito di un angolo in nostro favore, schierandoci a dir poco malissimo. Avevamo la partita in mano, ci siamo complicati la vita ma alla fine siamo stati bravi, non adattandoci al gioco del nostro avversario, attaccando gli spazi con le nostre armi. Il Torino e' bravo ad addormentare le partite: noi, soprattutto nel secondo tempo, abbiamo risposto bene e, ripeto, abbiamo tenuto alla grande il campo". Di Francesco, corteggiato da grandi club (il Milan su tutti), ha fatto una scelta di vita e ha rinnovato col Sassuolo. "La firma? Sono felice di rimanere qui, dove hanno fatto di tutto per trattenermi e dove la societa' mi supporta in toto. L'interesse di altri club fa sempre piacere ma io qui sono piu' che soddisfatto. Sono molto contento del rinnovo". 

Nell'anticipo delle 12.30 Palermo vince 2-0 a Frosinone e torna a sperare nella salvezza

Fuori dai giochi, invece, la Lazio che a Genova contro la Sampdoria lascia l'intera posta in palio, garantendo la quasi certezza della salvezza alla squadra di Montella. Fernando replica alla rete di Djordjevic e nel finale di primo tempo Viviano para anche un rigore a Candreva (secondo consecutivo, quarto stagionale per l'estremo blucerchiato), poi nella ripresa è la goal line technology a decretare la rete di Diakite' a seguito di una mischia e regalare tre punti alla squadra di casa.

Il Bologna batte il Genoa davanti al proprio pubblico dopo 70 giorni di astinenza, tocca quota 40 punti e di fatto puo' dichiararsi salvo. Le reti della squadra di Donadoni sono arrivati grazie a Giaccherini e Floccari che chiudono cosi' un periodo no in cui i felsinei non riuscivano piu' a vincere.

Salvezza raggiunta anche per l'Atalanta che dopo due pareggi supera di misura il Chievo grazie alla rete nella ripresa ancora di Borriello interrompendo la serie positiva della squadra di Maran. Gli orobici hanno chiuso in dieci per il rosso a Gomez. A fine gara Borriello, bomber ritrovato dopo anni di appannamento e tante squadre girate, parla della sua condizione e della azionale. "Sto bene, ho trovato l'ambiente giusto, sono sereno, ho una buona condizione fisica, la possibilita' di giocare che e' un fattore importantissimo, spero di continuare cosi - spiega l'attacacnte -. Nella prima parte della stagione ho avuto continuita' al Carpi, poi alcune scelte societarie mi hanno penalizzato, ma non ho mai mollato, sono arrivato qui, mi sono allenato sempre con grande professionalita', ho aspettato il momento perche' c'erano delle gerarchie da rispettare, adesso ho sfruttato l'occasione. Mancano tre partite, poi chi lo sa magari entro tra i 30 pre-convocati, io ci spero, ma ogni calciatore italiano deve sognare la Nazionale". (AGI)