Champions: Porto-Roma 1-1 senza Vermaelen, martedì il ritorno

Porto - All'Estadio do Dragao di Oporto, la Roma ha pareggiato, per 1-1, il primo round della doppia sfida valevole per i playoff di Champions League contro il Porto. Decisive l'autorete di Felipe, giunta al 21' del primo tempo, e la rete (da calcio di rigore) di Andre' Silva, al 16' della ripresa. Giusto, nel complesso, il risultato finale. Gara dai due volti (primo tempo di marca giallorossa, ripresa portoghese); i capitolini pero' hanno giocato per circa 50' in inferiorita' numerica per l'espulsione di Vermaelen. Fra sei giorni, martedi', alle 20.45, la gara di ritorno all'Olimpico: chi passa il turno prosegue il cammino nella massima competizione continentale per club, chi perde "retrocede" in Europa League.

A inizio gara Luciano Spalletti conferma il modulo 4-3-3, inserendo (da destra a sinistra) Florenzi, Manolas, Vermaelen e Juan Jesus a protezione di Alisson, preferito all'appena "rientrato" Szczesny. Sulla linea mediana spazio a De Rossi, Strootman e Nainggolan; con avanti il tridente "pesante", con Dzeko al centro, fra Salah e Perotti. Dopo il rosso al difensore belga, in campo Emerson, terzino sinistro, con Juan Jesus riportato al centro e con il sacrificio di Perotti (out al 44').El Shaarawy e Totti relegati in panchina. Modulo speculare per i portoghesi (4-3-3) con Maxi Pereira, Felipe, Marcano e Alex Telles schierati davanti all'insicuro Casillas; con Hector Herrera, Danilo Pereira e Andre' Andre' a centrocampo e con Adrian, Andre' Silva e Otavio in attacco. Quasi a senso unico la prima frazione, con la Roma padrona del campo sino alla pesante ma giusta sanzione inflitta a Vermaelen. Al 3' De Rossi lancia Salah: il suo pallonetto scavalca Casillas ma viene letto bene da Felipe. Quattro minuti dopo l'egiziano calcia di poco al lato col mancino a giro, su assist di Nainggolan.

Al 13' Dzeko non approfitta di un grossolano errore di Casillas e la sua conclusione a botta sicura viene respinta da Alex Telles. Quattro minuti piu' tardi ci prova Juan Jesus ma la sua conclusione e' centrale. Al 21' il vantaggio dei giallorossi: sugli sviluppi di un corner, Florenzi scodella da destra, Strootman non raggiunge la sfera e Felipe con lo stinco sinistro trafigge il proprio portiere. Un minuto dopo Alisson dice no ad Andre' Silva. Al 27', poi, Casillas salva i suoi compagni prima su Salah (doppia conclusione ravvicinata ma centrale) e poi su Nainggolan (tiro violento ma non angolato). Al 36' risponde il Porto con Otavio, che salta Florenzi ma calcia malamente. Al 41', poi, la svolta del match: Vermaelen (ammonito prima per fallo su Adrian) ferma il lanciato Andre' Silva fallosamente. Giusto il secondo giallo e quindi l'espulsione. Completamente diversa la ripresa, con i padroni di casa costantemente col pallino del gioco in mano. Al 5' segna Adrian ma la rete viene annullata per chiaro fuorigioco. Due minuti dopo Andre' Silva fallisce di testa l'1-1, che sembra nell'aria e che arriva puntuale al 16'. Emerson commette fallo in area di rigore: dal dischetto trasforma Andre' Silva. Dopo il pareggio ci provano ancora, senza fortuna, Adrian (tiro al lato, al 23') e Otavio (colpo di testa troppo debole da buona posizione, al 36').All'ultimo secondo, infine, calcio di punizione centrale del neoentrato Paredes. Tutto rimandato: fra sei giorni il verdetto definitivo. (AGI)