Palermo: Gazzi, "darò il massimo. Grazie Torino"

"Ringrazio tutti quelli che hanno avuto fiducia in me, da Cairo a Petrachi a Comi, ho vissuto 4 anni turbolenti, indimenticabili e adesso sono pronto per la nuoiva avventura"

Palermo - E' Alessandro Gazzi l'unico rinforzo italiano del Palermo almeno fino a questo momento. Il centrocampista 33enne dovra' offrire al reparto tutta la sua esperienza. "Con Faggiano ho gia' lavorato sia a Bari che a Siena e credo che questo abbia inciso sull'esito piositivo della trattativa - spiega in conferenza stampa - Personalmente non ho guardato alle difficolta' del Palermo della passata stagione, sono venuto qui consapevole che ci sara' da lavorare e da sudare, sono pronto per questa nuova avventura. La trattativa e' stata molto rapida, nel giro di due giorni si e' raggiunto l'accordo e ringrazio il presidente Zamparini e il direttore". Gazzi rivolge un pensiero alla sua ex squadra: "Ringrazio il Torino, da Cairo a Petrachi a Comi, tutti quelli che hanno avuto fiducia in me, ho vissuto 4 anni turbolenti, indimenticabili e adesso sono pronto per la nuoiva avventura. La mia esperienza in granata era giunta alla maturale conclusione".

Rivolgendosi ai suoi nuovi tifosi, Gazzi promette il massimo impegno: "Con spirito di sacrificio, lavoro e facendo squadra cercheremo di dare il meglio, noi dobbiamo rimanere uniti, siamo consapevoli di potenzialita' e limiti e faremo leva sulle nostre conoscenza". Dei suoi nuovi compagni conosce bene Roberto Vitiello: "E' un piacere giocare di nuovo con lui ho un ottimo rapporto. Mi ha spiegato bene che ci sara' da divertirsi, nel senso del lavoro. Ballardini? Il primo giorno di lavoro e' andato bene, l'ho conosciuto, ci sara' modo di parlare nello specifico. Conoscevo gia' Vitiello e col tempo avro modo di conoscere tutti". Gazzi si dice pronto a scendere in campo sin da sabato nell'amichevole al Barbera col Marsiglia: "Non ho saltato un allenamento con il Torino, ma le scelte le fara' il mister. Negli ultimi tre anni ho giocato da centrocampista centrale, ho giocato nel 3-5-2 come metodista, nel 4-2-4 e anche interno, queste valutazioni non competono a me, io posso garantire di dare il massimo. Pochi gol? Non e' la mia caratteristica principale, ma c'e' sempre da migliorare e mi daro' da fare anche da questo punto di vista". (AGI)