Calciomercato: Raiola frena su Pogba al Manutd

Roma - "Non c'e' nessun affare concluso per Paul Pogba, ma molti bla bla bla". Attorno all'ora di pranzo, Raiola prova a mettere un freno alle voci che vorrebbero Pogba a un passo dal Manchester United per oltre 100 milioni di euro. Il tutto mentre dalla Spagna si parla di un ritorno di fiamma del Real Madrid e la Juventus pare intenzionata a chiedere ancora di piu' ai Red Devils per cedere il centrocampista francese. Un vero e proprio intrigo nel quale si insinua anche il barbiere di Pogba che, su Instagram, scrive - salvo poi cancellare il post - dei nuovi capelli 'dorati' del francese annunciando che "sono pronti per la sua nuova squadra". Mourinho da Shanghai non conferma e non nega la trattativa, ma sottolinea sibillino che dei quattro giocatori chiesti tre (Ibrahimovic, Bailly e Mkitharyan) sono gia' arrivati, manca l'ultimo tassello. Pogba? Intanto assegnati i numeri di maglia dei Red Devils: Ibra sceglie il 9, resta libera la 6. Proprio quella che Pogba ha a lungo indossato alla Juve, salvo poi ripiegare lo scorso anno sulla 10 di Tevez...

Intanto Marotta non sta certo a guardare e chiude il colpo Pjaca: alla Dinamo Zagabria vanno 23 milioni di euro pagabili in due rate, il talento croato ha firmato un quinquennale. Fase di stallo per l'affare Higuain dopo le nette prese di posizione di De Laurentiis negli ultimi giorni, prosegue la trattativa con il Santos per Gabigol. Bacca non scioglie le riserve sul futuro: "Non ho ancora parlato con Montella, parlero' con lui dopo. Ho 4 anni di contratto e sono felice al Milan vedremo cosa succedera'. Tutti sanno che voglio giocare in Europa ma sono tranquillo", dice l'attaccante colombiano del Milan, seguito West Ham, Arsenal e Atletico Madrid.

Icardi giura fedelta' all'Inter ma ieri la sua moglie-manager, Wanda Nara, si trovava a Londra, probabilmente per parlare con l'Arsenal. Di Icardi ha parlato oggi Moratti: "Credo contera' moltissimo la volonta' del ragazzo, ma sembra voglia proprio rimanere all'Inter. Spero che la societa' abbia la stessa faccia in modo di tenerlo, perche' e' un ottimo attaccante. Vorrei quindi restasse, ma con il piacere di continuare a vestire i colori nerazzurri", suggerisce l'ex patron. Ausilio ha ceduto Camara in prestito al Brescia e Popa al Saragozza. Dopo i colpi Falque e Ljajic, il Torino cerca un centrocampista e un difensore. Cairo non fa nomi, ma in cima alla lista c'e' Valdifiori del Napoli (Napoli che intanto stringe per Tolisso del Lione). Poi il presidente granata avvisa le pretendenti di Bruno Peres, Manchester City (vicino a Sane) in testa: "Sicuramente - afferma - ci sono dei contatti ma non offerte ufficiali. Leggo pero' dei numeri che non sono quelli giusti a livello di valutazione, non sacrificherei mai Bruno Peres per i numeri che leggo". Messaggio ai naviganti: servono piu' di 20 milioni. Immobile e' il passato del Torino ma potrebbe diventare il presente e il futuro della Lazio: vicina l'intesa tra Lotito e il Siviglia. Intanto Inzaghi abbraccia Jordan Lukaku, fratello del centravanti dell'Everton. E spunta l'ipotesi Pereyra, 'mollato' dal Napoli. La Roma prova a chiudere per il ritorno di Szczesny, intanto cede Zukanovic all'Atalanta. In nerazzurro potrebbe arrivare Sepe, visto che Sportiello pare destinato al Napoli come vice-Reina. Il Crotone ha ufficializzato l'ingaggio dell'attaccante nigeriano Simeon Tochukwu Nwankwo. (AGI)