Belotti trascina il Torino, 5-1 al Bologna

Torino - Un super Belotti trascina il Torino alla prima vittoria nella Serie A 2016-2017. Allo stadio Olimpico il Bologna si arrende alla tripletta dell'attaccante lombardo, galvanizzato dalla prima convocazione in nazionale, al gol di Martinez e alla rete di Baselli: finisce 5-1, con il gol della bandiera rossoblu' segnato da Taider e un ininfluente rigore sbagliato da Belotti al minuto 83. Una partita vivace, giocata a ritmi alti almeno per un'ora nonostante la stagione sia appena cominciata. Stessa disposizione in campo (4-3-3) e stesso atteggiamento positivo da parte delle due squadre: comprensibile per il Bologna, reduce dal successo all'esordio contro il Crotone, ma in fondo anche per il Torino, che a Milano ha sfiorato un'incredibile rimonta perdendo un punto soltanto per il rigore sbagliato in extremis da Belotti, in gran forma ma con un problema dagli undici metri visto anche l'errore odierno. Ed e' proprio l'attaccante lombardo, capocannoniere dopo le prime due giornate con 4 gol segnati nonostante i due rigori falliti, a trascinare sin dai primi minuti la squadra di Sinisa Mihajlovic: un tentativo dalla distanza dopo pochi minuti bloccato da Mirante; un altro destro dal limite dell'area sull'unico spunto di Ljajic, deviato stavolta in angolo da un difensore; il gol del vantaggio granata siglato con un puntuale colpo di testa al 28' sul cross di De Silvestri e poi, esattamente dieci minuti dopo, un'altra rete da vero opportunista dell'area di rigore, in stile Filippo Inzaghi, per la disperazione del distratto Oikonomou.

Nel mezzo del primo tempo, per la verita', c'e' anche un po' di Bologna: i tentativi di Taider e Verdi nel primo quarto d'ora precedono la rete del momentaneo pareggio rossoblu' segnata al 32' dal mediano algerino, il migliore dei suoi, con un destro preciso dopo una palla rubata a Baselli in mezzo al campo. Appena i centrocampisti del Torino, sicuramente piu' tecnici, alzano la qualita' delle giocate la partita prende pero' la direzione dei padroni di casa, rinvigoriti anche dall'entrata in campo di Martinez al 26' per il claudicante Ljajic, costretto a lasciare il campo dopo nemmeno mezz'ora come gia' successo a San Siro. Se il vantaggio per 2-1 a fine primo tempo e' meritato, la ripresa e' un monologo granata: Martinez segna il terzo gol al 53' e ne sfiora un altro tre minuti piu' tardi, fermato solo da Mirante; il nuovo entrato Acquah impegna il portiere avversario al 71' mentre Benassi si fa perdonare la palla regalata a Taider nel primo tempo siglando il 4-1 all'80', grazie anche alla generosita' del nuovo entrato Boye'. Poi rispunta Belotti, che prima si fa ipnotizzare da Mirante sbagliando il secondo rigore in due partite, poi si riscatta segnando il 5-1 al minuto 88. E ora, con il sorriso, puo' raggiungere l'Italia di Giampiero Ventura. (AGI)