Brasile 2014: Argentina in semifinale dopo 24 anni, 1-0 al Belgio

(AGI) - Brasilia, 5 lug. - Argentina in semifinale.L'Albiceleste di Sabella ha battuto 1-0 il Belgio di Wilmotsnel quarto di finale giocato oggi a Brasilia. Di GonzaloHiguain, all'8' del primo tempo, la rete che ha deciso lapartita arbitrata dall'italiano Rizzoli. Per l'attaccante delNapoli e' il primo gol in questi Mondiali. In semifinale Messie compagni affronteranno la vincente dell'ultimo quarto traOlanda e Costarica, in programma questa sera a Salvador. Con Neymar costretto ad abbandonare il Brasile perinfortunio, Leo Messi rimane l'unica grande stella a illuminareil Mondiale. La sua Argentina, battendo per 1-0

(AGI) - Brasilia, 5 lug. - Argentina in semifinale.L'Albiceleste di Sabella ha battuto 1-0 il Belgio di Wilmotsnel quarto di finale giocato oggi a Brasilia. Di GonzaloHiguain, all'8' del primo tempo, la rete che ha deciso lapartita arbitrata dall'italiano Rizzoli. Per l'attaccante delNapoli e' il primo gol in questi Mondiali. In semifinale Messie compagni affronteranno la vincente dell'ultimo quarto traOlanda e Costarica, in programma questa sera a Salvador. Con Neymar costretto ad abbandonare il Brasile perinfortunio, Leo Messi rimane l'unica grande stella a illuminareil Mondiale. La sua Argentina, battendo per 1-0 il Belgio,infatti, torna per la prima volta dopo Italia '90 tra le primequattro al mondo. Parte meglio la squadra di Sabella che doponemmeno dieci minuti passa subito in vantaggio. Apertura sulladestra di Messi per Zabaleta, cross verso il centro deviato daun difensore belga, ma sulla palla si avventa come un avvoltoioHiguain, che fa partire immediatamente un diagonale che e'imprendibile per Courtois. Il Belgio prova a reagire, ma la suamanovra non e' fluida e le occasioni non arrivano. L'unico tiroin porta e' una botta centrale di Van Buyten che non sorprendeRomero. Si fa pericolosa in ripartenza, invece, l'Albicelestecon Di Maria e Messi, ma Kompany si fa perdonare il piccoloerrore commesso nell'occasione della rete di Higuain. L'unicobrivido del primo tempo l'argentina lo prova alla mezz'ora,quando Di Maria deve uscire dal campo per un infortuniomuscolare. Il Belgio si fa vedere nella meta' camposudamericana solo nel finale con Mirallas che sfiora il paloalla sinistra di Romero con un colpo di testa in tuffo, dopo unbel cross dalla sinistra di Vertonghen. Anche nella ripresa ilBelgio sembra la brutta copia della squadra brillante vistafinora e l'Argentina sfiora ripetutamente il raddoppio. Higuainaddirittura riesce a fare un tunnel a Kompany e a presentarsisolo davanti a Courtois, ma la sua conclusione sbatte sullatraversa. L'uomo piu' pericoloso del Belgio e' Vertonghen chedalla fascia sinistra fa partire sempre dei cross interessanti:in uno di questi Fellaini incorna, ma va fuori di poco. La formazione di Wilmots sembra sulle gambe e sono sempregli argentini ad arrivare per primi sulla palla. Negli ultimiminuti il Belgio porta Fellaini e Van Buyten sulla linea degliattaccanti per cercare la soluzione alla disperata di testa, marischia di capitolare in un'azione di contropiede di Messi, chepero' spreca a tu per tu con Courtois. Hanno un'occasionefinale anche i belgi, ma i difensori argentini fanno buonaguardia e l'Albiceleste accede alle semifinali dove incontrera'la vincente tra Costarica e Olanda. Il ct dell'ArgentinaAlejandro Sabella e' soddisfatto dopo aver raggiunto lasemifinale ai danni del Belgio. "C'e' grande felicita' pertutta la squadra, per i tifosi, per la mia famiglia e per tuttal'Argentina - ha detto nel dopopartita di Brasilia -. Oraincrociamo le dita. E' stata la migliore partitadell'Argentina, abbiamo giocato molto equilibrati. Peccato perl'infortunio di Di Maria che ci e' costato molto". Chipreferisce tra Costarica e Olanda? "Chi lo sa?". Marc Wilmots,allenatore del Belgio, ha cosi' commentato l'eliminazione dellasua squadra: "Abbiamo preso gol dopo pochi minuti e poi nonabbiamo piu' segnato nonostante tre o quattro occasioni. Nelsecondo tempo - spiega - abbiamo vissuto una mezz'oradifficile, ma ricordiamoci che loro avevano giocatorifortissimi come ad esempio Messi". Deluso? "E' normale esseredelusi, ma voglio guardare al lato positivo di questaavventura. Siamo arrivati fino a qua e siamo una grandesquadra", ha concluso Wilmots. .