Malago' consegna palma d'oro Coni a Ettore Messina

Malago' consegna palma d'oro Coni a Ettore Messina
Malago Ettore Messina 

Roma - Il presidente del Coni, Giovanni Malago', ha consegnato questa mattina a Torino la Palma d'Oro del Coni "al coach dell'Italbasket e orgoglio azzurro in Nba", Ettore Messina. Lo scrive il Coni su Twitter. "E' l'equivalente per un tecnico del Collare d'oro al merito sportivo che rappresenta la massima onorificenza del nostro mondo - ha spiegato Malago' a Sky -. Non era mai successo nel mondo della pallacanestro, ma l'abbiamo data motu proprio per l'orgoglio di avere Ettore Messina, una carriera leggendaria per quanto fatto in Italia, in Europa, e ora in Nba e per il nostro Paese".

"Sono orgoglioso - ha detto Messina sempre a Sky Sport -. L'hanno avuta pochi grandissimi tecnici, e' stata una sorpresa del presidente Malago' che non posso che ringraziare. E' strano che certi riconoscimenti arrivino a lavori in corso e non a risultati acquisiti, ma spero sia buon auspicio per completare al meglio questo preolimpico". Malago' e Messina hanno parlato all'indomani della vittoria sulla Croazia che per Belinelli e compagni e' valsa l'accesso alla semifinale del torneo Preolimpico. "Ho visto tanta gente, tanti giovani, una grande passione per questo sport e soprattutto la voglia di vedere l'Italia alle Olimpiadi - ha sottolineato Malago' -. E' stata una partita non facile contro una squadra di talento, ma lo sapevamo, le favorite fanno molta fatica e solo negli ultimi minuti riescono a mettere qualche punto danvati. Non sara' semplice arrivare fino in fondo ma siamo molto ottimisti"."In una giornata difficile in attacco - ha spiegato Messina -abbiamo trovato coesione in difesa, un muro insormontabile che ci ha permesso di tenere il punteggio basso e trovare una vittoria importante. Speriamo che la squadra adesso si sciolga anche in ottica offensiva. La Croazia ha giocatori di grande classe offensiva e a un certo punto ha deciso di giocare con cinque tiratori, abbiamo tenuto molto bene dietro e abbiamo avuto lucidita' nei momenti decisivi in avanti. Ognuno si e' reso disponibile, si e' sacrificato a marcare giocatori che di solito non marca, e questo e' un ottimo segnale per il futuro". Messina ha quindi nuovamente "ringraziato il pubblico, e' stato incredibile, c'e' un'atmosfera di grande affetto, in albergo e soprattutto in campo. Un tifo incessante, sentiamo di avere molte persone che vogliono bene a questa squadra, e' una sensazione molto molto bella. Chi affronteremo in semifinale? Penso sara' il Messico ma tutto puo' succedere. E' una squadra rognosa che tira bene, dobbiamo giocare buona partita, e' un'altra finale, ci prepareremo bene". (AGI)