5 cose da sapere sulla settima edizione di MasterChef

Riparte il talent culinario su Sky. Senza Carlo Cracco, sostituito da Antonia Klugmann

5 cose da sapere sulla settima edizione di MasterChef

La novità più grossa della settima edizione di MasterChef è l’ingresso della chef Antonia Klugmann al fianco di Antonino Cannavacciuolo, Bruno Barbieri e Joe Bastianich. A lei l’arduo di sostituire Carlo Cracco. Ma non è la Klugmann l’unica sorpresa del talent culinario di Sky che prenderà il via giovedì 21 dicembre. Ecco le più importanti:

L’arrivo dei parenti: A condividere l'ansia dei partecipanti ci sono mariti, figli, fidanzati, nonne.

Le trasferte: I concorrenti usciranno sempre di più dalla cucina più nota della tv. E per mettersi alla prova raggiungeranno le Isole Lofoten, in Norvegia, per cucinare tra i pescatori norvegesi che giudicheranno poi il piatto degli aspiranti chef. O sullo Stelvio per preparare un pranzo ai campioni dello sci. Un'altra esterna sarà ambientata nel cantone svizzero dei Grigioni, con una sfida nelle cucine del tre stelle Michelin Schauenstein Schloss Restaurant di Andreas Caminada a Furstenau. Concorrenti e giudici faranno tappa anche a Bologna, Vieste e Milano e in un campo scout in Abruzzo.

5 cose da sapere sulla settima edizione di MasterChef
  sky masterchef
  Antonia Klugmann

Come si conquista il grembiule: Nella nuova edizione, i cuochi amatoriali saranno subito messi alla prova con il Live Cooking davanti alla nuova giuria. Sarà la prova dell’Hangar, però, a decretare ufficialmente chi saranno i 20 concorrenti che conquisteranno il grembiule per l’accesso all’interno della cucina di MasterChef. È a questo punto che avrà inizio la gara vera e propria, fatta di prove adrenaliniche e ricche di suspense che gli appassionati hanno ormai imparato a conoscere: la Mystery Box, l’Invention Test e il temutissimo Pressure Test.

Le prove: Non mancheranno delle novità anche nel meccanismo di queste prove, che metteranno a dura prova le conoscenze e le competenze tecniche degli aspiranti chef e faranno risaltare le loro peculiarità caratteriali. Inoltre, come nelle scorse stagioni, la gran parte degli alimenti non impiegati per le prove, è stata riutilizzata o donata ad associazioni benefiche ed enti caritatevoli di Milano. Il programma si è avvalso della preziosa collaborazione di Last Minute Market, la società spin-off dell'Università di Bologna impegnata sul fronte della riduzione degli sprechi e della prevenzione dei rifiuti da oltre dieci anni.

Confermato anche l’arrivo degli ‘ospiti’. In lista gli chef

Giorgio Locatelli

Pino Cuttaia

Anthony Genovese

Norbert Niederkofler

Isabella Potì consacrata da Forbes tra i 30 under 30 più influenti

Valerio Braschi, il vincitore della sesta edizione di MasterChef



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it