Roma srotola il tappeto rosso per la XVI Festa del Cinema

Roma srotola il tappeto rosso per la XVI Festa del Cinema

L'immagine ufficiale per questa kermesse post pandemia, che si svolgerà dal 14 al 24 ottobre, è Uma Thurman di Kill Bill Volume 2. Ventitrè i film da vedere nell'ambito della Selezione Ufficiale

festa cinema roma srotola tappeto rosso

© Maria Laura Antonelli / AGF  - Allestimento per la XVI edizione della festa del Cinema di Roma all'Auditorium Parco della Musica

AGI - Tutto pronto per l'apertura giovedì della XVI Festa del Cinema di Roma che ha scelto la Uma Thurman di 'Kill Bill, Volume 2' come immagine ufficiale per questa kermesse post pandemia.

Edizione che durerà fino al 24 ottobre come di consueto all'Auditorium Parco della Musica. E come per le rassegne precedenti, la Festa coinvolgerà in iniziative diverse anche altri luoghi della città.

Ventitrè i film da vedere nell'ambito della Selezione Ufficiale fra produzioni di registi emergenti, affermati, sperimentatori.

Incontri "Ravvicinati" con le star dei cast e i registi, sceneggiatori e produttori. Tanto red carpet. E poi retrospettiva, restauri, omaggi ed eventi.

Spazio come ogni anno anche alla rassegna per ragazzi con "Alice nella città" un cartellone a parte con tanto di eventi a corollario.

L'Auditorium è pronto ad aprire le splendide sale Sinopoli, Petrassi, il Teatro Studio Gianni Borgna e Spazio AuditoriumArte.

Non solo, la festa continua al Maxxi fino alla Casa del Cinema, Palazzo Merulana, il Teatro dell’Opera di Roma. Proiezioni anche nelle sale più importanti della Capitale come il My Cityplex Savoy, il Teatro Palladium, presso la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli.

La Festa arriverà a Palazzo Migliori, Spazio Rossellini, al Cinema Quattro Fontane, all'Adriano e tante altri luoghi. Fra i film della selezione ufficiale, si apre il 14 alle 19 con The Eyes Of Tammy Faye di Michael Showalter
(Usa) ed è da non perdere L’Arminuta di Giuseppe Bonito, tratto dal romanzo bestseller di Donatella Di Pietrantonio vincitore del Premio Campiello 2017. 

C'è poi I Am Zlatan  di Jens Sjögren, (Svezia), dedicato al calciatore Zlatan Ibrahimović ,  Les Jeunes Amants di Carine Tardieu (Francia) e Mediterraneo-open Arms, La legge del mare di Marcel Barrena,(Spagna e Grecia). Da non perdere Promises di Amanda Sthers (Italia) con Pierfrancesco Favino e Kelly Reilly.

Spazio anche a eventi speciali ovvero film documentari e serie tv che mostrano la vita di celebri figure dello spettacolo, giornalismo, politica, sport.

E qui, per citarne solo alcuni, c'è "A casa tutti bene", serie tv di Muccino tratta dal film omonimo, "Marina Cicogna - la produttrice", "Strappare lungo i bordi" di Zerocalcare, "Vita da Carlo" di Carlo Verdone.

Nella sezione "Riflessi", storie da tutto il mondo, ritratti inconsueti, esordi cinematografici, spazio a Crazy For Football – Matti Per Il Calcio di Volfango De Biasi, con Sergio Castellitto, Max Tortora e Muhammad Ali di Ken Burns, produzione Usa.

E per gli "Incontri ravvicinati", ecco Tim Burton, Quentin Tarantino, Claudio Baglioni, Marco Bellocchio, Jessica CHastain, Alfonso Cuaron, Luca Guadagnino, Ligabue e Fabrizio Moro, Marc e Antonio Manetti, Frank Miller, Zadie Smith, Joe Wright e Zerocalcare.

Fra gli omaggi, uno su tutti: "Gigi Proietti in arte Gigi", docufilm sul grande attore realizzato da Edoardo Leo. L'artista romano sarà ricordato anche grazie al film con la sua ultima interpretazione accanto a Marco Giallini, 'Io sono Babbo Natale', pellicola di pre-apertura della kermesse diretto da Edoardo Falcone.

Antonio Monda, direttore artistico della Festa, spera anche di portare a Roma il cast di 'Eternals' il film Marvel che chiuderà la rassegna.

La Festa del Cinema di Roma è prodotta dalla Fondazione Cinema per Roma. La manifestazione è promossa da Roma Capitale, Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma, Regione Lazio, Fondazione Musica per Roma, Cinecittà (in rappresentanza del inistero della Cultura).