Al Festival du Printemps des Arts il protagonista è il pianoforte

La kermesse monegasca arrivata alla 33esima edizione proseguirà fino all'8 aprile

Al Festival du  Printemps des Arts il protagonista è il pianoforte
 Ivo Kahanek, Festival du Printemps des Arts 

Sarà consacrato al pianoforte, cameristico e concertistico il secondo weekend del Festival du Printemps des Arts di Montecarlo, arrivato all'edizione numero 33. I concerti cominciano giovedí 23 marzo, dopo la masterclass di pianoforte di Jean-Efflam Bavouzet del 22 aperta al pubblico.

Fa parte della serie di appuntamenti Jeunes talents, il concerto di giovedì alle 20.30 nella cornice di Villa Ephrussi de Rothschild a Saint-Jean-Cap-Ferrat. Il duo della violinista Rachel Koblyakov e del pianista Guillaume Bellom, violinista a sua volta, nasce al Conservatorio di Parigi e presenta per questa sera un programma austro-tedesco tra Otto e Novecento, con Brahms, Schubert e Zimmerman.

Dopo l’incontro dal titolo Strumenti di torture pianistiche affidata al musicologo David Christoffel alle ore 18.30 nel Teatro Princesse Grace, alle 20.30 ha inizio il primo appuntamento con Concept piano all’Opéra Garnier in cui si susseguono due recital pianistici con un preludio contemporaneo per arpa: il brano di Marcland eseguito dall’arpista Aurélie Bouchard.

Ancora non conosciuto dai grandi palcoscenici, eppure dal tocco lirico e cristallino, il pianista Ivo Kahánek ripercorrerà il pianismo dell’Europa centrale, con Chopin, Martinů e Janáček. Jean-Efflam Bavouzet, invece, pianista riconosciuto a livello internazionale, presenta un percorso timbrico tra due secoli, da Beethoven a Boulez, passando per Ravel.

La sera di sabato 25 è dedicata al pianoforte concertante. A dialogare con l’Orchestre Philharmonique de Montecarlo diretta da Jean Deroyer e Gabor Takacs-Nagy saranno in alternanza ancora una volta Jean-Efflam Bavouzet e Ivo Kahánek, e poi Bruno Leonardo Gelber e Jan Michiels con una scaletta che parte da Ligeti per andare a ritroso sino a Mozart. A precedere il concerto delle 20.30 in Auditorium sarà la conferenza dal titolo I fischiatori del concerto, tenuta da Etienne Jardin.

Il recital beethoveniano di Gelber, domenica alle 18.30 allo Yacht Club sarà preceduto alle 16.30 da una tavola rotonda sull’insegnamento musicale oggi.

Ecco il programma del secondo weekend della kermesse

  • Mercoledì 22 marzo

14.00 – 17.00 Master-classe Académie de musique Rainier III

Jean-Efflam Bavouzet, pianoforte

  • Giovedì 23 marzo

Jeunes talents

20.30 Saint-Jean-Cap-Ferrat/Villa Ephrussi de Rothschild 

Johannes Brahms/Sonate pour violon n° 2

Franz Schubert/Impromptu n° 1, D.935

Bernd Alois Zimmerman/Sonate pour violon et piano

Rachel Koblyakov, violino

Guillaume Bellom, pianoforte

  • Venerdì 24 marzo

Weekend autour du piano

18.30 Théatre Princesse Grace - Incontro Strumenti di torture pianistiche

David Christoffel, musicologo

Concept piano I

20.30 Opéra Garnier 

I cinque minuti di Marcland

Patrick Marcland/Stretto

Aurélie Bouchard, arpa

Due recital in una serata

Frédéric Chopin/Scherzo en si mineur n° 1, op. 20/ Scherzo en si bémol mineur n° 2, op. 31/ Scherzo en mi majeur n° 4, op. 54

Leoš Janáček/Sonate 1.X.1905 From the Street: I. Pressentiment; II. Mort

Bohuslav Martinů/Trois danses tchèques, H 154

Ivo Kahánek, pianoforte

Ludwig van Beethoven/Sonate pour piano n° 6, op. 10 n° 2: I. Presto; II. Largo e mesto; III. Menuetto : Allegro; IV. Rondo : Allegro

Pierre Boulez/Douze notations pour piano

Béla Bartók/Musiques nocturnes (extrait de Out of Doors), Sz. 81

Maurice Ravel/Miroirs (extraits: Oiseaux tristes; Une barque sur l’océan; Alborada del gracioso)

Jean-Efflam Bavouzet, pianoforte

  • Sabato 26 marzo

19.00 - Auditorium Rainier III - Incontro: I fischiatori del concerto

Etienne Jardin, storico e curatore delle pubblicazioni e dei convegni del Palazzetto Bru Zane

Concept piano II

20.30Auditorium Rainier III

Quattro concerti, quattro pianisti in una sola serata

György Ligeti/Concerto pour piano

Bohuslav Martinů/Incantation, concerto pour piano et orchestre n° 4, H 358

Ludwig van Beethoven/Concerto pour piano n° 5 en mi bémol majeur, op. 73 L’Empereur

Wolfgang Amadeus Mozart/Concerto pour piano n° 19 en fa majeur, KV 459

Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo

Jean Deroyer e Gabor Takacs-Nagy, direzione

Jean-Efflam Bavouzet, Bruno Leonardo Gelber, Ivo Kahánek e Jan Michiels, pianoforte

  • Domenica 26 marzo

16.30 -  YACHT CLUB

Tavola rotonda: L’insegnamento musicale oggi

Michel Decoust, compositore e cofondatore del Conservatoire de Pantin

Pierre Chépélov, professore e coautore con Benoît Menut di opere di formazione musicale edizioni Lemoine

Frédéric Faupin, professore di educazione musicale e canto corale, titolare delle Palmes académiques,

compositore e produttore di musiche elettroniche

Christian Tourniaire, direttore dell'Académie de musique Rainier III de Monaco

Mediatore: David Christoffel, musicologo

Concept piano III

18.00 - YACHT CLUB

Ludwig van Beethoven/Sonate n° 21 en ut majeur, « Waldstein », Op. 53/Sonate n° 23 en fa mineur, «Appassionata», Op. 57

Bruno Leonardo Gelber, pianoforte