Festival: passato e futuro alla Mostra del nuovo cinema di Pesaro

(AGI) - Roma, 9 giu. - Guardare al futuro senza dimenticare le lezioni del passa...

Festival: passato e futuro alla Mostra del nuovo cinema di Pesaro

Guardare al futuro senza dimenticare le lezioni del passato. La 53esima edizione della Mostra Internazionale del nuovo cinema di Pesaro, in programma dal 17 al 24 giugno, rinnova la sua vocazione, quella di raccontare le nuove tendenze della Settima arte con uno sguardo al passato.

Pedro Armocida: "Coniughiamo passato e visioni del futuro"

Come spiega il direttore artistico, Pedro Armocida, durante la presentazione all'Institut francais - Centre Saint-Louis di Roma, "vogliamo coniugare passato e visioni del futuro: tutto il programma è pensato su questa doppia linea: dall'omaggio a Roberto Rossellini (a quarant'anni dalla sua scomparsa Pesaro gli rende omaggio con la proiezione di alcuni suoi celebri film, una tavola rotonda e 12 "schegge" a lui dedicate, ndr) al concorso con otto film provenienti da tutto il mondo, uniti da uno sguardo radicalmente innovativo e da un respiro europeo che unisce il Vecchio continente e l'Asia. A partire dal film 'The First Shot' diretto a quattro mani dal regista cinese Yan Cheng e dall'italiano Federico Francioni".

Festival: passato e futuro alla Mostra del nuovo cinema di Pesaro
The First Shot 

Un salto indietro di 50 anni

Quest'anno la Mostra farà anche un salto indietro nel tempo: 50 anni fa, infatti, alla Mostra del nuovo cinema fu presentata una grande retrospettiva sul cinema underground americano, il New American Cinema, che torna protagonista quest'anno con le lezioni di storia di Federico Rossin dal 21 al 23 giugno. Alla nostra cinematografia, inoltre, è dedicato anche l'evento speciale, incentrato quest'anno sulla figura dell'attore con una retrospettiva e un volume a cura di Pedro Armocida e Andrea Minuz. Tra gli attori che saranno presenti per questo evento speciale anche la recente vincitrice del premio come miglior attrice a Cannes nella sezione 'Un certain regard', Jasmine Trinca, Blu Yoshimi e Valentina Carnelutti che presenterà il sui primo film da regista 'ReCuiem'. Si aspetta ancora la conferma di Kim Rossi Stuart.

Nella sezione Satellite il nuovo cinema italiano low-budget 

Ci sarà poi la sezione Satellite con 18 opere italiane a bassissimo budget che rappresentano il nuovo che avanza nella produzione audiovisiva; la retrospettiva dedicata a Nicolas Rey (quasi omonimo di Nicholas Ray di 'Ribelle senza causa', regista francese specializzato nell'utilizzo sperimentale del 16mm); gli omaggi ai registi spagnoli Pedro Aguilera e Ado Arrietta, di cui verrà proiettata in Piazza del Popolo 'Belle Dormant' con Mathieu Amalric; la retrospettiva Critofilm dedicata alla critica cinematografica fatta "con strumenti omologhi al cinema", come ha ricordato il curatore Adriano Apra'; la masterclass con il regista portoghese Joao Botelho. Si parte con la proiezione de 'Gli intoccabili' di Brian De Palma, il film da riscoprire dell'edizione 2017 della Mostra, in programma in piazza del popolo alle 21.45.