Senegal

Senegal

Capitale: Dakar

Superficie: 196 722 km ²

Lingua ufficiale: francese

Forma di Governo: Repubblica semipresidenziale

Valuta: Franco CFA

Il Senegal, ex colonia francese, si estende per circa 200 000 km ² nell'estrema parte nord-occidentale dell’Africa ed è una delle nazioni storicamente più stabili del continente, un elemento che ne ha garantito tassi di sviluppo e prosperità economica maggiori rispetto agli altri Stati africani. Con capitale Dakar, oltre 12 milioni di abitanti, questa nazione confina con Mauritania, Mali, Guinea Conakry e Guinea Bissau. In più, al proprio interno si sviluppa per intero il Gambia. Il territorio senegalese si estende per buona parte nella regione del Sahel, l’area a cavallo tra le regioni aride del Sahara e quelle umide del golfo di Guinea, e proprio da questa collocazione derivano i rischi di siccità che corre il Paese, tanto da renderlo uno dei più esposti alla minaccia delle desertificazione. Dal punto di vista economico, il Senegal appare come una delle nazioni africane meno fragili, con un discreto livello di sviluppo del settore industriale e dei servizi. La sua crescita media annua è del 6%, grazie soprattutto a numerose riforme strutturali che hanno avuto pesanti costi sociali da un lato ma dall’altro un aumento delle entrate e un’inflazione praticamente azzerata.

L'agricoltura, che occupa la maggior parte della popolazione attiva, è abbastanza diversificata ed efficiente anche se si osserva ancora un'eccessiva dipendenza dalla coltura dell'arachide, retaggio del passato coloniale. Le buone performances dell’economia negli ultimi anni non hanno però avuto effetti significativi sulle condizioni di vita della popolazione. Più della metà dei Senegalesi, infatti, vive ancora sotto la soglia di povertà, la disoccupazione è alta e l’accesso ai servizi rimane problematico. Il tasso di alfabetizzazione è sotto al 40%, con una forte discrepanza tra il dato riguardante i maschi e le femmine (50% contro 30%). Secondo l’indice di sviluppo umano, il Senegal rimane uno dei 20 paesi peggiori del mondo.

L'Islam è la religione oggi dominante nel Paese ed è praticata da più del 90% della popolazione. Repubblica democratica semipresidenziale, laica e sociale, multipartitica. La sua costituzione tutela l'uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge, senza distinzione d'origine, di razza, di sesso, di religione. La sovranità nazionale appartiene al popolo senegalese che la esercita attraverso i suoi rappresentanti o per via referendaria.