Apre Padiglione Italia, firmati 9 contratti

Apre Padiglione Italia, firmati 9 contratti
Spief 2016 Itay in Russia padiglione italia gli interni del padiglione

San Pietroburgo - Con la firma di nove accordi e memorandum in diversi settori, e' stato inaugurato oggi il padiglione italiano al Forum di San Pietroburgo (Spief), dove nella tre giorni di lavori si stima che le nostre aziende porteranno a casa contratti per circa 1,4 miliardi di euro. Costruzioni, credito in favore di startup, energia, tecnologie elettriche, progettazione e cooperazione nel settore delle infrastrutture, sono i settori coinvolti nel primo blocco degli accordi siglati oggi nel Padiglione, che domani attende la visita del presidente del Consiglio Matteo Renzi. Cinque i contratti firmati tra imprese italiane e quelle russe, 2 i Memorandum of Understanding (Mou) e 2 le lettere di intenti. Per Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia, l'associazione che organizza lo spazio 'Italia in Russia' in collaborazione con l'ambasciata italiana a Mosca, "gli accordi che stiamo firmando oggi dimostrano che l'Italia ha imboccato per il verso giusto la nuova strada, quella del 'Made with Italy', e ha ben compreso le opportunita' che si aprono, grazie anche alle politiche di import substitution volute da Mosca. Il 'Made with Italy' - ha aggiunto Fallico - e' il nuovo pilastro per il rafforzamento delle relazioni bilaterali tra l'Italia e la Russia e cio' implica una diversa visione di collaborazione economica che sembra gia' essere recepita".

I 2 Mou coinvolgono: Salini Impregilo-Rosavtodor per l'attuazione di iniziative private per lo sviluppo di infrastrutture stradali e Pizzarotti-North Caucasus Development Corporation, per la realizzazione di un cluster medico. I cinque accordi riguardano: accordo Mikro Kapital (General Invest) e Gorod Deneg, per la costituzione e gestione di un fondo di garanzia finalizzato a coprire le fidejussioni a favore di banche, istituti di credito, aziende e privati che finanziano le start up di giovani imprese; l'accordo Tesmec-Rosseti per la fornitura di tecnologie per la gestione di linee elettriche con l'utilizzo di tecnologia italiana; quello Cesi-Rosseti per la realizzazione di un centro di eccellenza per lo sviluppo e prova di tecnologie elettriche; l'accordo di collaborazione Prysmian-Rosseti ai fini dello sviluppo del mercato della trasmissione energia nel segmento cavi e sistemi e il contratto Zamperla-Regione di Stavropol per la progettazione del Parco divertimenti della zona di Mineralnye Vody. Due le lettere di intenti: la prima tra Codest, Tenova e Silarus (Gruppo Titan) per la realizzazione del Silicon Cluster per la produzione di silicio metallizzato di alta qualita' nella regione di Sverdlovsk; la seconda riguarda Codest, Maire Tecnimont e Azot per la costruzione di un complesso per la produzione di fertilizzanti nella regione di Kemerovo, in Siberia Occidentale. (AGI)