Mole a 5 stelle, Chiara Appendino espugna roccaforte Pd

Dopo 23 anni il capoluogo piemontese non ha un sindaco di sinistra. "Giunta su Facebook una volta al mese"

Mole a 5 stelle, Chiara Appendino espugna roccaforte Pd
 Chiara Appendino - afp

Torino - Chiara Appendino è il nuovo sindaco di Torino e porta per la prima volta il M5S alla guida della città. Ha battuto con il 54,56% dei voti Piero Fassino, che si è fermato al 45,44%. "Sarò sindaco di tutti i torinesi anche se non potrò risolvere tutti i problemi della città", ha detto arrivando in Comune accolta da centinaia di militanti del movimento al grido di "onestà" e "giù le mani dalla Val di Susa" . Per Fassino "il risultato evidenzia che il centrodestra ha votato in blocco i 5 stelle. Resta da vedere come potrà una maggioranza così eterogenea guidare la città". Nella notte festa in piazza a Torino per Chiara Appendino. Una grande folla si è radunata dentro e fuori il Palazzo del comune. Molte le bandiere No Tav oltre a quelle del M5S per festeggiare l'elezione.

"Giunta su Facebook una volta al mese"

"Non potro' bloccare la Torino-Lione, ma portero' le ragioni del no", ha sottolineato nel corso della sua prima conferenza stampa. "Mi siedero' al tavolo - ha detto - e valutero' le ragioni loro, io portero' il no e se non c'e' dialogo lascero' il tavolo". Secondo Appendino "questo voto ha riaperto un dibattito in citta'".

"Non credo sia un voto di protesta, è il voto di chi non si e' sentito ascoltato", ha quindi dichiarato il nuovo primo cittadino. "Ripartiremo dall'ascolto - ha aggiunto - questa città ha voglia di cambiamento, ha bisogno di nuove forze. La grande sfida e' riunire questa citta' che e' divisa in due, bisogna riabbracciare la parte che e' stata lasciata sola. Siamo già al lavoro - ha proseguito - non vogliamo perdere neanche un attimo". Chiara Appendino si è detta "molto soddisfatta del risultato", "dialogherò con tutti e faremo sì che i cittadini si sentano parte di questa amministrazione. Sono pronta ad amministrare - ha aggiunto - ci aspettano cinque anni che sembravano un sogno e invece oggi sono realtà". 

Quindi ha raccontato:  "Ho sentito Grillo ieri sera, mi ha fatto gli auguri per questa avventura. Abbiamo scherzato sul fatto che si è appeso un appendino al collo come mi hanno raccontato". Appendino ha poi riferito di non avere ancora sentito il neo sindaco di Roma Virginia Raggi: "Siamo ancora frastornate". (AGI)