Bazzoni (Bonfiglioli), iniziativa di sistema da sostenere 

Shanghai - Meccatronica e soluzioni per il settore industriale. E’ il biglietto di visita del gruppo Bonfiglioli alla Quarta Fiera della Tecnologia di Shanghai, che si tiene dal 21 al 23 aprile, un’occasione “quanto mai importante” sia a livello di sistema che per le singole imprese, come commenta Paolo Bazzoni, membro del board e legal representative del gruppo in Cina. Bonfiglioli, azienda italiana da 60 anni progetta e realizza soluzioni innovative per il controllo e la trasmissione di potenza nell’industria, nelle macchine operatrici semoventi e nelle energie rinnovabili. Bonfiglioli è presente nel gigante asiatico dal 2004 e dallo scorso anno con un nuovo stabilimento nell’area di Qing Pu, vicino a Shanghai. “In Cina, dal 2013 - commenta ad Agi Bazzoni - abbiamo iniziato una forte localizzazione e attualmente stiamo crescendo con una strategia di approccio al mercato cinese con un portfolio di prodotti tutti localizzati. Questo ci dà vantaggi in termini di competitività, costi e di servizio al cliente”. 

In Cina, Bonfiglioli è presente con due business unit: quella “mobile & Wind” che si occupa di gearboxes sia per machine movimento terra, con clienti del calibro di Zoomlion e di Caterpillar, che per turbine eoliche per le soluzioni yawl e pitch, e quella “industrial”, che opera nei settori della meccatronica e della generazione di potenza per i settori industriali più svariati. “Abbiamo aderito con molto piacere alla richiesta di partecipazione a questa fiera - continua Bazzoni - Noi normalmente partecipiamo a fiere settoriali del nostro business, ma questa iniziativa è estremamente importante in quanto è un’occasione per dare visibilità all’Italia e alle sue eccellenze tecnologiche, che sono molte: noi facciamo parte di queste, come anche gli altri gruppi che parteciperanno. Abbiamo aderito con questo spirito”. 

La fiera sarà anche l’occasione per mostrare a clienti e partner cinesi le soluzioni della tecnologia italiana per l’area di Shanghai. “Sicuramente potremo dare seguito a contatti interessanti - conclude Bazzoni - specialmente sull’area di Shanghai, e con alcune municipalizzate dell’area, che stanno investendo in progetti più complessi nei settori industriali ed energetici, essendo noi presenti sia nei settori dell’energia, delle rinnovabili, che nei settori settori industriali tradizionali”. (AGI)