Le tartarughe sono brave a imparare e a ricordare nuovi compiti

Secondo uno studio dell'Okinawa Institute of Science and Technology, in Giappone, le testuggini giganti hanno memoria di ciò che hanno imparato 10 anni prima

tartarughe giganti memoria
BRUSINI Aurélien / hemis.fr / hemis.fr / Hemis 
Tartaruga gigante delle Seychelles

Le tartarughe giganti delle isole del Pacifico e dell'India potrebbero essere più intelligenti di quanto immaginiamo. Nonostante abbiano la reputazione di essere molto lente, le tartarughe delle isole Galapagos e Seychelles dimostrano di avere notevoli capacità mnemoniche. Almeno secondo uno studio dell'Okinawa Institute of Science and Technology, in Giappone.

I risultati, pubblicati sulla rivista Animal Cognition, mostrano che questi animali, non sono solo in grado di imparare nuovi compiti, ma anche di ricordarli fino a 10 anni dopo. Circa nove anni fa, gli scienziati giapponesi hanno insegnato a un gruppo di tartarughe in cattivita' negli zoo di Vienna e Zurigo a mordere l'estremità di un particolare bastoncino colorato in cambio di cibo.

All'epoca, le tartarughe venivano addestrate a mordere il bastoncino corretto per ricevere il cibo quando venivano presentati con due diversi colori. Dopo quasi un decennio, il team è tornato dalle stesse tartarughe e ha scoperto che erano in grado di ricordare la lezione appresa 10 anni prima.

"Fino a poco tempo fa, i rettili erano spesso considerati macchine riflesse, incapaci di comportamenti più complessi, ridotti a una nota a piè di pagina sull'evoluzione dell'apprendimento e dell'intelligenza", hanno scritto i ricercatori. Ma ora bisogna ricredersi. Inoltre, dallo studio è emerso che le tartarughe imparano più velocemente quando vengono addestrate in gruppo piuttosto che individualmente, anche se a ciascuna tartaruga è stato assegnato un colore diverso per il compito che dovevano apprendere. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it