La fine degli impianti in cui nacque la bomba sganciata su Hiroshima

Il Centrifuge Complex, cuore dei laboratori di produzione del combustibile nucleare degli Oak Ridge National Laboratory, sarà presto smantellato. Ebbero molto a che fare con il progetto Manhattan e lo sviluppo di Little Boy

smantellamento impianti bomba atomica little boy
ANN RONAN PICTURE LIBRARY / PHOTO12

Sono iniziati nel Tennessee i lavori per lo smantellamento del Centrifuge Complex, il cuore degli impianti di produzione del combustibile nucleare degli Oak Ridge National Laboratory. Tra le strutture destinate allo smantellamento ci sono anche quelle nelle quali, nel 1943 agli inizi del programma Manhattan, venne prodotto il combustibile nucleare destinato a costituire il nucleo fissile delle primissime bombe atomiche.

In particolare in questi laboratori veniva eseguito l'arricchimento dell'uranio mentre il plutonio, per la maggior parte veniva prodotto dagli impianti di Hanford Site nello Stato di Washington. Mentre quest'ultimo elemento venne impiegato per armare "The Gadget" la prima bomba costruita ed esplosa durante il "Trinity Test" ad Alamagordo nel New Messico, 16 luglio 1945, l'uranio arricchito prodotto presso i laboratori di quelli che saranno poi chiamati "Oak Ridge National Laboratory" venne destinato ad armare "Little Boy" la bomba che fu poi sganciata su Hiroshima il 6 agosto del 1945.

A dare notizia dell'avvio delle operazioni di smantellamento degli edifici dove erano installate le centrifughe per l'arricchimento dell'uranio a Oak Ridge è stato il Department of Energy (DOE) degli Stati Uniti. Dopo la guerra e fino al 1987 gli impianti hanno contribuito a produrre una buona parte del combustibile nucleare destinato agli usi civili.

Le operazioni di bonifica del sito - uno tra i più grandi con una superficie totale di circa 112 ettari - sono in corso dal 1989. Gran parte degli impianti sono stati già abbattuti e ora sta per essere demolito anche un'ultima serie di edifici per un totale di circa 21.800 metri quadrati tra i quali anche quelli che ospitarono il K-1004-J Lab, una struttura di ricerca e sviluppo costruita nel 1944 come parte del Progetto Manhattan.

La disattivazione dell'intero complesso si prevede sia completata all'inizio del 2020, con la demolizione e la rimozione dei rifiuti da completare la prossima estate. Le aree e le strutture pulite saranno trasferite al settore privato nell'ambito del programma di reindustrializzazione del sito man mano che l'ex complesso governativo si trasforma in un parco industriale multiuso. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it