Sedentarietà uccide, a rischio chi non si alza per più di 3 ore

Secondo uno studio stare seduti ogni giorno per un tempo prolungato aumenta il tasso di mortalità di quasi il 4%

Sedentarietà uccide, a rischio chi non si alza per più di 3 ore
ozio, pigrizia, divano, relax (Agf) 

Roma - Stare troppo seduti uccide. Un studio pubblicato sull'American Journal of Preventive Medicine ha rilevato infatti che il passare più di tre ore al giorno su una sedia e' collegato direttamente a quasi 4 morti su 100. I ricercatori dell'università di San Paolo, in Brasile, hanno analizzato le indagini comportamentali da 54 paesi in tutto il mondo e le hanno abbinate con statistiche sulle dimensioni della popolazione e le morti complessive. Scoprendo che il troppo tempo passato seduti ha causato oltre 430.000 morti, ossia il 3,8% di tutti i decessi in quei paesi, a causa degli effetti devastanti della sedentarieta', dall'obesita' alle patologie cardiache.

Con un impatto maggiore in termini di mortalita' nel Pacifico occidentale, seguito da Europa, Mediterraneo orientale, America e paesi del sudest asiatico. "E' stato osservato - spiegano gli scienziati - che anche una mezz'ora di riduzione del tempo passato su una sedia potrebbe avere un impatto immediato sulla mortalità, e addirittura se si eliminassero due ore seduti al giorno si ridurrebbe automaticamente di tre volte il rischio di mortalità. (AGI)