Il boom del morbillo: 1.010 casi in tre mesi

L'Istituto superiore della Sanità 'fotografa' l'evolversi dell'epidemia. Più acuta in cinque regioni

Il boom del morbillo: 1.010 casi in tre mesi
Vaccino meningite

Sono 1.010 i nuovi casi di morbillo registrati nei primi tre mesi dell'anno secondo il bollettino settimanale sull'epidemia in Italia. Per monitorare e descrivere in modo tempestivo l'epidemia di morbillo in corso nel nostro Paese da gennaio 2017, il Ministero della Salute e l'Istituto superiore della sanità hanno avviato la produzione di un'infografica settimanale che fornisce una panoramica sulla distribuzione dei casi segnalati al Sistema di Sorveglianza Integrata Morbillo e Rosolia, per Regione, per fascia di età e stato vaccinale.

Dall'infografica che copre il periodo che va dal 1 gennaio al 26 marzo 2017, si evince che i casi segnalati sono stati appunto 1010 e quasi quasi tutte le Regioni (19/21) hanno segnalato casi, ma l'86% proviene da cinque: Piemonte, Lombardia, Lazio, Toscana, e Abruzzo.

Il 90% dei casi era non vaccinato e la maggior parte dei casi è stata segnalata in persone di età maggiore o uguale a 15 anni (57% nella fascia 15-39 anni e 17% negli adulti >39 anni), con un'età mediana dei casi pari a 27 anni. Il 26% dei casi è stato segnalato in bambini nella fascia di età 0-14 anni; di questi, 50 avevano meno di un anno. Sono stati segnalati 113 casi tra operatori sanitari.

 

 

Leggi anche:

Triplicati i casi in Italia, colpa del crollo dei vaccini

Tre verità e due bufale sul morbillo e i vaccini

Oms: morbillo scomparso da continente americano