Unioncamere: 83mila posti in piu' nelle imprese private

(AGI) - Roma, 29 giu. - Non si vedeva da 36 mesi un saldopositivo tanto consistente nelle previsioni di assunzione delsettore privato: sono 83mila i posti di lavoro aggiuntivi chele imprese dell'industria e dei servizi intendono creare traaprile e giugno 2015, 82mila dei quali destinati a lavoratorialle dipendenze. Come risulta dai dati del Sistema informativoExcelsior di Unioncamere e Ministero del Lavoro relativi al IItrimestre 2015, l'effetto Job Act si fa sentire nei programmioccupazionali delle imprese, corroborato pero' dal vento diripresa che sta attraversando il sistema produttivo: leassunzioni previste a tempo

(AGI) - Roma, 29 giu. - Non si vedeva da 36 mesi un saldopositivo tanto consistente nelle previsioni di assunzione delsettore privato: sono 83mila i posti di lavoro aggiuntivi chele imprese dell'industria e dei servizi intendono creare traaprile e giugno 2015, 82mila dei quali destinati a lavoratorialle dipendenze. Come risulta dai dati del Sistema informativoExcelsior di Unioncamere e Ministero del Lavoro relativi al IItrimestre 2015, l'effetto Job Act si fa sentire nei programmioccupazionali delle imprese, corroborato pero' dal vento diripresa che sta attraversando il sistema produttivo: leassunzioni previste a tempo indeterminato (68.400) toccano ilmassimo storico dal gennaio 2012, andando a rappresentare il24% delle entrate totali, mentre i saldi positivi attesi entrogiugno si estendono un po' a tutti i settori pur concentrandosisul turismo, per l'approssimarsi della stagione estiva. Buone notizie anche a livello territoriale: pur perdurandonel Nord Ovest l'impulso positivo di Expo gia' registrato nelprecedente trimestre (in queste regioni i nuovi posti di lavoroche le imprese intendono creare entro giugno saranno 13mila),e' nelle altre ripartizioni territoriali che i saldi positivisubiscono una sensibile impennata, superando le 25mila unita'nel caso del Nord Est e del Mezzogiorno e sfiorando le 19milanel caso del Centro. .