Siria: primi raid russi contro Isis, colpita Qaryatain

(AGI) - Londra, 2 ott. - Caccia-bombardieri russi hannobombardato per la prima volta postazioni accertate di Isis,dopo le polemiche dei giorni scorsi in cui Gli usa hannoaccusato Mosca di colpire zone dove erano presenti ribellianti-Assad non jihadisti. Il raid e' avvenuto a Qaryatain,130km 130 km a nord-est di Damasco, dove lo scorso 21 agosto Isisdistrusse l'antico monastero di Mar Elian del V secolo.Qaryatain sorge su uno snodo stradale strategico, la strada cheporta da Palmira alle montagne di Qalamun. Lo riferiscel'Osservatorio siriano per i diritti umani. Nella zona sitrovano anche tra

(AGI) - Londra, 2 ott. - Caccia-bombardieri russi hannobombardato per la prima volta postazioni accertate di Isis,dopo le polemiche dei giorni scorsi in cui Gli usa hannoaccusato Mosca di colpire zone dove erano presenti ribellianti-Assad non jihadisti. Il raid e' avvenuto a Qaryatain,130km 130 km a nord-est di Damasco, dove lo scorso 21 agosto Isisdistrusse l'antico monastero di Mar Elian del V secolo.Qaryatain sorge su uno snodo stradale strategico, la strada cheporta da Palmira alle montagne di Qalamun. Lo riferiscel'Osservatorio siriano per i diritti umani. Nella zona sitrovano anche tra i piu' importanti giacimenti di gas delPaese. Dopo la conquista della cittadina, all'inizio di agosto,gli jihadisti avevano rapito 230 civili, tra cui almeno 60cristiani, comprese donne e bambini. Di questi, 48 sono statirilasciati, mentre 110 sono stati trasferiti nella provincia diRaqqa, cuore dello Stato islamico. A maggio nel villaggio era stato sequestrato il pretesiro-cristiano Jacques Mourad, priore del monastero di MarElian, che rappresentava una filiazione della comunita' di DeirMar Musa al Habashi, rifondata dal gesuita italiano, padrePaolo Dall'Oglio, sequestrato il 29 luglio 2013 a Raqqa.Insieme a quest'ultimo, padre Murad era impegnato da anni nelpromuovere il dialogo e l'avvicinamento spirituale tra Islam ecristianesimo. Il monastero di Mar Elian era dedicato a Sant'Elian, figliodi un ufficiale romano ucciso dal padre nel 284 per non averabiurato la sua fede cristiana. .