Seminario sull'ebola all'ambasciata italiana negli Usa

(AGI) - Washington, 15 dic. - L'ambasciata italiana aWashington, guidata da Claudio Bisogniero, ha organizzato unseminario sulle malattie infettive, con attenzione particolareall'emergenza ebola in corso in Africa occidentale. L'evento,realizzato con il supporto della New America Foundation erivolto alla comunita' di ricercatori, addetti scientifici eoperatori del settore, si e' suddiviso in tre panel: il primodedicato allo stato delle attuali crisi, guardando non soloalla febbre emorragica ma anche al caso della febbre viralechikungunya, il secondo dedicato alle nuove frontiere dellaricerca e il terzo focalizzato sul tema della "Public HealthPreparedness" e sulla

(AGI) - Washington, 15 dic. - L'ambasciata italiana aWashington, guidata da Claudio Bisogniero, ha organizzato unseminario sulle malattie infettive, con attenzione particolareall'emergenza ebola in corso in Africa occidentale. L'evento,realizzato con il supporto della New America Foundation erivolto alla comunita' di ricercatori, addetti scientifici eoperatori del settore, si e' suddiviso in tre panel: il primodedicato allo stato delle attuali crisi, guardando non soloalla febbre emorragica ma anche al caso della febbre viralechikungunya, il secondo dedicato alle nuove frontiere dellaricerca e il terzo focalizzato sul tema della "Public HealthPreparedness" e sulla risposta della comunita' internazionale. Il seminario e' stato l'occasione per valorizzare ilcontributo dell'Italia nella risposta all'emergenza ebola, siagrazie ai 7,7 milioni finora assicurati che attraverso l'azionedi screening di oltre 85mila migranti in 10 mesi conl'operazione Mare Nostrum. Tra i contributi sottolineati, anchequello del laboratorio microbiologico dell'Ospedaleuniversitario Sacco di Milano e l'Istituto nazionale per lemalattie infettive "Spallanzani" di Roma, uno dei centri dieccellenza sotto il profilo della prevenzione e preparazionenel settore. Infine, spazio anche al Cuamm di Padova, che haillustrato le attivita' realizzate attraverso l'iniziativa"Medici con l'Africa", evidenziando gli aspetti critici nellagestione delle crisi sul territorio sui quali occorronoulteriori sforzi. (AGI).