Rom: Alfano, chiudiamo campi in quadro legalita' europea

(AGI) - Roma, 18 giu. - "Dobbiamo chiudere i campi in un quadrodi legalita' europea" e lo dovremo fare "anche con una certarapidita'. Per farlo metteremo a disposizione tutta la forzadello Stato e le risorse che saranno necessarie per venireincontro alle esigenze dei Comuni". Lo ha detto a Radio 1 Raiil ministro dell'Interno, Angelino Alfano, che ha aggiunto:"Dovremo espellere dal territorio nazionale tutti quei rom chenon vorranno sottoscrivere una sorta di patto di emersionedalla loro condizione border line rispetto allo Stato italiano.Coloro i quali vorranno partecipare a un programma diassegnazione

(AGI) - Roma, 18 giu. - "Dobbiamo chiudere i campi in un quadrodi legalita' europea" e lo dovremo fare "anche con una certarapidita'. Per farlo metteremo a disposizione tutta la forzadello Stato e le risorse che saranno necessarie per venireincontro alle esigenze dei Comuni". Lo ha detto a Radio 1 Raiil ministro dell'Interno, Angelino Alfano, che ha aggiunto:"Dovremo espellere dal territorio nazionale tutti quei rom chenon vorranno sottoscrivere una sorta di patto di emersionedalla loro condizione border line rispetto allo Stato italiano.Coloro i quali vorranno partecipare a un programma diassegnazione di luoghi piu' civili nei quali vivere, dovrannosottoscrivere un patto con lo Stato. Chi non lo vorra' fare,oltre ad abbandonare i campi rom, dovra' essere espulso. Noirispetteremo tutte le leggi e le direttive comunitarie, mapretenderemo il rispetto di tutte le leggi. Quanto allesoluzioni "i sindaci dovranno individuare delle soluzioni e loStato dara' una mano anche dal punto di vista economico". Inogni caso, secondo Alfano, "al netto di tutta la demagogia chec'e' sull'argomento, i numeri non sono cosi' enormi". (AGI)Immigrati: Alfano, paese unito in ricerca soluzioni =(AGI) - Roma, 18 giu. - "Il paese e' piu' unito" di quanto sidica e dal nord non viene un "no" univoco nella ricerca disoluzioni alla questione immigrati. Lo ha detto a Radio 1 Raiil ministro dell'Interno, Angelino Alfano, che ha aggiunto: cisono molte regioni del nord che "non dicono no" ed e' un fattosignificativo, perche' "mentre siamo in Europa a chiedere unaequa distribuzione dei profughi, ci indeboliamo se arriviamocon la notizia che i governatori italiani non vogliono fare laequa redistribuzione in Italia. Equa distribuzione in Italia edequa distribuzione in Europa. Anche perche' vi sono tanteregioni del sud, come la Sicilia, o del centro, come il Lazio,che si stanno facendo carico di quote troppo importantirispetto alla popolazione". (AGI)Red/Cav.