Prima volta in Finlandia per le scarpe di Ferragamo

(AGI) - Helsinki, 25 giu. - Le creazioni di Salvatore Ferragamoper la prima volta approdano in Finlandia: il Museo Milavida aTampere ha aperto i battenti con la mostra "Walking Dream -Salvatore Ferragamo 1898-1960", incentrata sulle scarpe chehanno fatto sognare generazioni. Una quarantina i modelliesposti, tra cui quelle con tacchi a spillo rinforzati inmetallo, resi famosi da Marilyn Monroe e il sandalo invisibilecon tomaia in filo di nylon che nel 1947 porto' al famosodesigner italiano il prestigioso Neiman Marcus Award, l'Oscardella Moda, per la prima volta assegnato a un creatore dicalzature.

(AGI) - Helsinki, 25 giu. - Le creazioni di Salvatore Ferragamoper la prima volta approdano in Finlandia: il Museo Milavida aTampere ha aperto i battenti con la mostra "Walking Dream -Salvatore Ferragamo 1898-1960", incentrata sulle scarpe chehanno fatto sognare generazioni. Una quarantina i modelliesposti, tra cui quelle con tacchi a spillo rinforzati inmetallo, resi famosi da Marilyn Monroe e il sandalo invisibilecon tomaia in filo di nylon che nel 1947 porto' al famosodesigner italiano il prestigioso Neiman Marcus Award, l'Oscardella Moda, per la prima volta assegnato a un creatore dicalzature. L'esposizione, che restera' aperta fino a gennaio2016, e' stata organizzata dal Museo Milavida in collaborazionecon il Museo Ferragamo. Nato nel 1898 a Bonito, undicesimo diquattordici figli, Salvatore Ferragamo dimostra fin da piccolouna grande passione per le scarpe, divenendo a 11 anniapprendista a Napoli presso un calzolaio e aprendo gia' a 13 unproprio negozio nel paese d'origine. Poco dopo parte perl'America, prima Boston e poi la California, dove inizia adisegnare e realizzare scarpe per il cinema. Si sposta aHollywood dove inziia per lui la carriera di 'calzolaio dellestelle'. Nel 1927 torna in Italia, rivolgendosi al mercatointerno al quale propone creazioni con sughero, legno, filimetallici, feltro e resine sintetiche per venire incontro allerestrizioni dell'autarchia del regime. Nel dopoguerra diventafamoso nel mondo come uno dei simboli dell'Italia che torna avivere e quando muore, nel 1960, ha realizzato il sogno dicerare le piu' belle scarpe del mondo. (AGI) .

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it