PERU', FOCUS SU "LO SGUARDO DEGLI DEI"

(VELINO) Roma, 13 Ott - "Lo sguardo degli Dei. L'osservazionedallo spazio del patrimonio andino". E' questo il titolo di unamostra che si terra' a Lima dal 16 ottobre al 15 novembre.L'esposizione - curata dai professori Nicola Masini, AlvaroHigueras e Rosa Lasaponara con il patrocinio dell'Istitutoitaliano di cultura (Iic) di Lima - vuole essere un contributodella ricerca italiana alla conoscenza del passato preispanicoin Peru'. Offre, inoltre, una riflessione sulle modalita' diprotezione e gestione del patrimonio culturale attraverso l'usodelle piu' avanzate tecnologie di osservazione satellitare.Partendo dai risultati della pluriennale esperienza delConsiglio

(VELINO) Roma, 13 Ott - "Lo sguardo degli Dei. L'osservazionedallo spazio del patrimonio andino". E' questo il titolo di unamostra che si terra' a Lima dal 16 ottobre al 15 novembre.L'esposizione - curata dai professori Nicola Masini, AlvaroHigueras e Rosa Lasaponara con il patrocinio dell'Istitutoitaliano di cultura (Iic) di Lima - vuole essere un contributodella ricerca italiana alla conoscenza del passato preispanicoin Peru'. Offre, inoltre, una riflessione sulle modalita' diprotezione e gestione del patrimonio culturale attraverso l'usodelle piu' avanzate tecnologie di osservazione satellitare.Partendo dai risultati della pluriennale esperienza delConsiglio Nazionale delle ricerche (Cnr) in Peru' (2007-15),attraverso la missione Itaca (Italian scientific mission forheritage Conservation and Archaeogeophysics) degli istitutiIbam e Imaa, i pannelli espositivi compongono un percorsodidattico e divulgativo sull'uso etico e culturale delletecnologie spaziali e del telerilevamento per la ricercaarcheologica e la salvaguardia del paesaggio, con particolareriferimento al Peru'. La missione, attraverso l'uso integratodi metodi di archeogeofisica, diagnostica, telerilevamento,geomatica e field survey, svolge dal 2007 nel paese latinoamericano attivita' di archeologia preventiva, studi suifattori di rischio ambientale ed antropico per la protezionedel patrimonio culturale, nonche' diagnostica per laconservazione e restauro. Tra le attivita' svolte c'e' stata aCahuachi la scoperta di un insediamento sepolto nel letto delfiume Nazca mediante telerilevamento satellitare, prospezionigeomagnetiche e rilievi aerei nell'infrarosso termico. Inoltree' stato fornito supporto con tecniche geofisiche allo scavo diun offerta rituale nella Piramide Naranjada, sono stateindividuate anomalie con metodi georadar e geomagnetici nelTemplo del Escalonado e successivamente e' stato scoperto unaltare del Quarto secolo D.C.. Infine, e' stata condottaun'analisi multi temporale dell'attivita' di scavo clandestino.A Ventarron e' stato scoperto un tempio Moche nel sito diArenal (Ventarron) mediante indagini georadar; a Tiwanaku e'stata tracciata una mappa grado metrica di alcune aree situatetra Kantatallita e Acapana e a Nazca e' stato messo a punto unmetodo di elaborazione di dati satellitari per l'individuazionedi aree e individuazione di due puquios, nocnhe' sono statirilevati i primi risultati sulla caratterizzazione delleceramiche Nazca. vel.