G20, ITALIA IN PRIMA LINEA SULLA "SILVER ECONOMY"

(VELINO) Roma, 24 Giu - "L'invecchiamento della popolazione e'oggi non solo una grande opportunita' e una ricchezza, ma ancheuna delle maggiori sfide biomediche, socio-culturali edeconomico-occupazionali del nostro tempo". Se ne e' dettoconvinto il sottosegretario agli Esteri, Benedetto dellaVedova, nel suo intervento di apertura dei lavori del "G20Workshop Silver economy and active ageing, an opportunity forgrowth and job creation", promosso e ospitato dalla Farnesinain collaborazione con la presidenza turca del G20 e dell'Ocse."Negli ultimi decenni del Ventesimo Secolo si e' assistito a unnotevole aumento della durata della vita umana, che in

(VELINO) Roma, 24 Giu - "L'invecchiamento della popolazione e'oggi non solo una grande opportunita' e una ricchezza, ma ancheuna delle maggiori sfide biomediche, socio-culturali edeconomico-occupazionali del nostro tempo". Se ne e' dettoconvinto il sottosegretario agli Esteri, Benedetto dellaVedova, nel suo intervento di apertura dei lavori del "G20Workshop Silver economy and active ageing, an opportunity forgrowth and job creation", promosso e ospitato dalla Farnesinain collaborazione con la presidenza turca del G20 e dell'Ocse."Negli ultimi decenni del Ventesimo Secolo si e' assistito a unnotevole aumento della durata della vita umana, che in pocopiu' di un secolo, si e' allungata di circa 20-30 anni - haricordato il sottosegretario -. E' un fenomeno demografico inaccelerazione e di grande significato: e' il risultato deiprogressi della medicina e delle migliorate condizioni di vitadi tutti noi, ma anche un fattore che incide profondamentesull'economia e su tutta la societa' stessa. Esso tocca, oltreai senior: le loro famiglie; le collettivita' territoriali siaurbane sia agricole; l'organizzazione economico-sociale; lavisione del ciclo della vita; il sistema di relazioniinterpersonali ed intergenerazionali; la societa' a livellonazionale e transnazionale". A questo proposito, per DellaVedova "i Paesi del G20 hanno l'opportunita' di lanciare alleopinioni pubbliche e al mondo del business un messaggiopolitico forte: allo stereotipo della senescenza, intesa comefenomeno fondamentalmente negativo e come 'peso' per lasocieta' e i bilanci pubblici, va sostituita una nuova visione:quella delle opportunita' che tale fenomeno implica". A seguitodi cio', l'Italia sta lavorando per "sensibilizzare i governidel G20 per progettare insieme misure di governance adeguate agestire questa evoluzione epocale, attraverso un migliorcoordinamento delle azioni domestiche ed internazionali efavorendo lo sviluppo di un nuovo mercato di beni e servizifocalizzati sull'ageing". Per il sottosegretario e' necessario"incoraggiare strategie di sostegno e innovazione verso leopportunita' di business, quali lo sviluppo ecommercializzazione di prodotti e servizi tarati per specifichenecessita' degli anziani; l'adattamento e la riconversione diprodotti, servizi, ambienti di vita e residenziali, gia' inessere, che siano piu' funzionali agli anziani; laprogettazione di prodotti e servizi universali che offrano unvalore aggiunto per la popolazione piu' anziana, o il maggiorraccordo tra le generazioni anziane e quelle di altre fasced'eta'. L'obiettivo - ha concluso Della Vedova - e' favorire lafutura negoziazione da parte dell'Employment Working Group delG20 di 'Silver Economy and Active Ageing Principles oGuidelines', che potrebbero essere auspicabilmente approvatinella riunione di fine luglio, per poi presentarli ai ministridel Lavoro del G20 che si riuniranno a settembre e,successivamente, ai leader al vertice di Antalya". vel.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it