Da musica barocca a jazz, italiani in concerto a Tokyo

(AGI) - Tokyo, 16 ott. - Artisti italiani hanno conquistato lascena musicale di Tokyo, con concerti in cui si e' spaziatodalla musica barocca alla classica contemporanea fino a branipop in versione jazz. La prima a salire sul palcoscenicodell'Istituto italiano di cultura e' stata la flautista, RitaD'Arcangelo, nota in Giappone con il quale ha consolidato lacollaborazione dalla vittoria nel concorso internazionaleindetto dalla Hyogo Performing Arts Center Orchestra nel 2008.L'artista italiana, accompagnata al pianoforte dal giapponeseHamano Noriyuki, ha proposto un programma molto vario, da unaSonata di Johann Sebastian Bach alla Fantasia di

(AGI) - Tokyo, 16 ott. - Artisti italiani hanno conquistato lascena musicale di Tokyo, con concerti in cui si e' spaziatodalla musica barocca alla classica contemporanea fino a branipop in versione jazz. La prima a salire sul palcoscenicodell'Istituto italiano di cultura e' stata la flautista, RitaD'Arcangelo, nota in Giappone con il quale ha consolidato lacollaborazione dalla vittoria nel concorso internazionaleindetto dalla Hyogo Performing Arts Center Orchestra nel 2008.L'artista italiana, accompagnata al pianoforte dal giapponeseHamano Noriyuki, ha proposto un programma molto vario, da unaSonata di Johann Sebastian Bach alla Fantasia di Gabriel UrbainFaure' e il Carnevale di Venezia di Leonardo De Lorenzo, perconcludere con una musica popolare tratta dalle raccolte delloStudio Ghibli. Grande successo qualche giorno dopo anche per il concertojazz di Danilo Rea dedicato alle musiche dei Beatles e RollingStones. Novanta minuti di pura improvvisazione in cui lemelodie dei due gruppi inglesi sfumavano in variazionioriginali e complesse nelle quali affioravano a tratti motivida opere italiane di Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini o damusicisti americani come George Gershwin e Cole Porter. E'stata anche un'occasione per il pianista di spiegare la suaidea di fare musica, condividendo con il pubblico trascorsipersonali e professionali. L'evento si e' concluso poi con unfuori programma, in cui Rea ha accompagnato al pianoforte unacantante che ha proposto una piacevole versione in linguagiapponese di "Parole, parole". (AGI).