Cucchi: medici indipendenti, percosse prima causa morte

(AGI) - Roma, 16 ott. - Sono state le percosse la causaprimaria della morte di Stefano Cucchi. Una o piu' aggressionisubite dopo essere stato fermato per droga. Poi e' stata unaserie di concause, a cominciare dal trauma psichico postaggressione. Sono le risultanze di una nuova indagine medicaindipendente sulla morte di Cucchi, avvenuta il 22 ottobre disei anni fa, una settimana dopo essere stato fermato daicarabinieri, il 16 ottobre 2009 a Roma. I risultati di questaindagine medica indipendente condotta dal chirurgo AlbertoBarbieri e dallo psichiatra Massimiliano Aragona, entrambidella Medu (Medici per

(AGI) - Roma, 16 ott. - Sono state le percosse la causaprimaria della morte di Stefano Cucchi. Una o piu' aggressionisubite dopo essere stato fermato per droga. Poi e' stata unaserie di concause, a cominciare dal trauma psichico postaggressione. Sono le risultanze di una nuova indagine medicaindipendente sulla morte di Cucchi, avvenuta il 22 ottobre disei anni fa, una settimana dopo essere stato fermato daicarabinieri, il 16 ottobre 2009 a Roma. I risultati di questaindagine medica indipendente condotta dal chirurgo AlbertoBarbieri e dallo psichiatra Massimiliano Aragona, entrambidella Medu (Medici per i diritti umani) sono stati illustratiin conferenza stampa nella sala dell'istituto di Santa Maria inAquino, edificio in dotazione al Senato, alla presenza diIlaria Cucchi, sorella di Stefano, e dell'avvocato FabioAnselmo, legale della famiglia Cucchi. A presiedere i lavoriLuigi Manconi, presidente della Commissione diritti umani delSenato. C'era anche Patrizio Gonnella, presidente di Antigone edella Coalizione italiana per le liberta' e i diritti civili."Le violenze subite da Stefano - dice la relazione medica -sono state il 'primum movens' che ha portato a una sequenza dieventi patogeni terminata solo con il decesso del paziente".Secondo i due medici autori di questa perizia indipendente, nelcaso Cucchi "le conseguenze del trauma psichico, le 'spinenello spirito' hanno avuto effetti ancora piu' profondi edevastanti delle ferite provocate dalle lesioni fisiche".