Corea Sud:'legalizzato' adulterio, fatto privato non reato

(AGI) - Seul, 26 feb. - La Corte Costituzionale sudcoreana haabrogato il reato di adulterio, definito da una legge del 1953e che finora comportava una pena massima fino a due anni direclusione. I 9 giudici hanno deciso con una maggioranza disette a due: "Anche se l'adulterio dovrebbe essere condannatocome immorale, lo Stato non puo' intervenire nella vita privatadei singoli (cittadini)", ha detto il presidente della Consultadi Seul, Park Han-Chul. La Corea del Sud era uno dei pochiStati non musulmani a considerare ancora l'adulterio come uncrimine. E la legge, benche' avesse 62

(AGI) - Seul, 26 feb. - La Corte Costituzionale sudcoreana haabrogato il reato di adulterio, definito da una legge del 1953e che finora comportava una pena massima fino a due anni direclusione. I 9 giudici hanno deciso con una maggioranza disette a due: "Anche se l'adulterio dovrebbe essere condannatocome immorale, lo Stato non puo' intervenire nella vita privatadei singoli (cittadini)", ha detto il presidente della Consultadi Seul, Park Han-Chul. La Corea del Sud era uno dei pochiStati non musulmani a considerare ancora l'adulterio come uncrimine. E la legge, benche' avesse 62 anni di vita, era ancoraapplicata: negli ultimi sei anni 5.500 persone sono stateaccusate di adulterio, di cui 900 solo nel 2014. Ma il numerodi quanti finiva in carcere si e' progressivamente ridotto: senel 2004 i condannati furono 216, solo 2 anni dopo si era scesia 48 e da allora solo altri 22 sono finiti in prigione. .