Consumi: Unioncamere, boom prezzi olio, pasta e tariffe

(AGI) - Roma, 8 dic. - Sui bilanci delle famiglie italianegravano delle insidie: secondo l'Osservatorio "Prezzi emercati" dell'Indis, Istituto dell'Unioncamere, il prezzo alconsumo dell'olio extravergine di oliva, a causa di unastagione disastrosa, potrebbe subire un aumento alla produzionedel 35% a fine anno, che si tradurra' in un incremento deiprezzi al consumo di circa il 15%; inoltre, il costo dellapasta e' destinato a salire almeno dell'8% come conseguenza diun incremento all'origine del 40% del prezzo del grano duro. Altra nota dolente quella delle tariffe: quelle pubblichelocali, secondo le stime piu' recenti dell'Osservatorio

(AGI) - Roma, 8 dic. - Sui bilanci delle famiglie italianegravano delle insidie: secondo l'Osservatorio "Prezzi emercati" dell'Indis, Istituto dell'Unioncamere, il prezzo alconsumo dell'olio extravergine di oliva, a causa di unastagione disastrosa, potrebbe subire un aumento alla produzionedel 35% a fine anno, che si tradurra' in un incremento deiprezzi al consumo di circa il 15%; inoltre, il costo dellapasta e' destinato a salire almeno dell'8% come conseguenza diun incremento all'origine del 40% del prezzo del grano duro. Altra nota dolente quella delle tariffe: quelle pubblichelocali, secondo le stime piu' recenti dell'Osservatorio deiprezzi, dovrebbero aumentare complessivamente del 9,5% nelbiennio 2013-2014. A crescere sono principalmente i rifiuti(+18,2% tra il 2014 e il 2013), la sanita' (+6,7%), iltrasporto ferroviario regionale (+6,8%), il trasporto urbano(+6%) e quello extra-urbano (+7,5%). "Visto che il dato mediodell'inflazione nel biennio e' dell'1,4% - spiega lo studio -e' fin troppo evidente come "la partita" tra inflazione etariffe si stia chiudendo con un sonoro 10 a 1. (AGI).