Cinema: Mirabile Dictu, Torcida vince per migior film e regia

(AGI) - Roma, 26 giu. - Il Festival Internazionale del CinemaCattolico 'Mirabile Dictu', inventato e presieduto dallaregista Liana Marabini, compie sei anni. In questo lasso ditempo le pellicole e la qualita' dei film presentati sonocresciute di pari passo fino ad arrivare all'edizione 2015 cheregistra il record di 1.034 opere candidate. Un'edizioneconclusasi ieri sera con l'assegnazione dei Pesci d'Argentonella cerimonia svoltasi a Roma nella Pinacoteca del Tesoriere,quando sono stati resi noti i vincitori della manifestazionevoluta dalla cineasta Liana Marabini per dare spazio aiproduttori e ai registi di film, documentari, docufiction,serie

(AGI) - Roma, 26 giu. - Il Festival Internazionale del CinemaCattolico 'Mirabile Dictu', inventato e presieduto dallaregista Liana Marabini, compie sei anni. In questo lasso ditempo le pellicole e la qualita' dei film presentati sonocresciute di pari passo fino ad arrivare all'edizione 2015 cheregistra il record di 1.034 opere candidate. Un'edizioneconclusasi ieri sera con l'assegnazione dei Pesci d'Argentonella cerimonia svoltasi a Roma nella Pinacoteca del Tesoriere,quando sono stati resi noti i vincitori della manifestazionevoluta dalla cineasta Liana Marabini per dare spazio aiproduttori e ai registi di film, documentari, docufiction,serie tv, cortometraggi e programmi che promuovono valorimorali universali e modelli positivi. I premi sono stati decisidalla giuria internazionale, presieduta dal produttoreaustriaco Norbert Blecha e composta da monsignor FrancoPerazzolo, del Pontificio Consiglio della Cultura, dallaprincipessa Maria Pia Ruspoli, attrice, da Michele Navadic,direttore programmazione televisiva (Francia) e dallaproduttrice Oriana Mariotti (Italia). Trionfatore della serata,vincitore dei Pesci d'Argento come Miglior film e migliorregia, 'Felices los que lloran' di Marcelo Torcida (Paraguay).E' la storia di Juan, un ragazzo proveniente da una riccafamiglia della capitale paraguayana impegnato solo a divertirsicon gli amici, e' spinto dal padre a trovare la suaindipendenza. Allettato dal guadagno facile, viene introdottonel traffico di droga dei quartieri poveri della citta'.Qualcosa pero' va male: Juan e' in pericolo. Sara' padre Marioa cercare di tirarlo fuori dai guai. La vicenda di Juan sara'il fattore determinante della conversione di suo padre. IlPesce d'Argento per l'interpretazione e' andato a Juan delSanto per il ruolo di Walter Mann in 'Flow' (Spagna), la storiadi un conflitto interiore e di un viaggio alla ricerca diautenticita' e liberta'. Per il Miglior cortometraggioprenmiata la regista americana Lucia Mauro per 'In my brother'sshoes', sua opera prima. Per il Miglior documentario il Pesced'Argento e' andato al film 'Right footed' di Nicholas Spark(Usa), l'incredibile storia di Jessica Cox, trentenne americananata senza braccia a causa di una rara malattia genetica, chenonostante la sua apparente disabilita' scrive e guidal'automobile, ha conseguito una laurea e due cinture nere diarti marziali, ha imparato a pilotare gli aerei e fa laconferenziera motivazionale. Tutte attivita' svolte conl'ausilio dei suoi piedi. La Cox era presente alla cerimonia.Il Premio speciale della Capax Dei Foundation, infine, e'andato al film che ha inciso maggiormente come mezzo dievangelizzazione: 'La Madonna del parto, docufiction diAlessandro Perrella (Italia), sullo straordinario restauro peril recupero di quest'affresco ad opera di Piero dellaFrancesca, custodito originariamente in una piccola chiesa nondistante da Arezzo (Monterchi) e collocato, dopo il restauro,in una scuola del centro storico del borgo, divenuta cosi'l'unico museo al mondo con una sola opera d'arte. .