M.O.: Putin vuole incontro Abu Mazen/Netanyahu; si' palestinese

(AGI) - Ramallah, 29 ago. - Il presidente russo, Vladimir Putin, sta tentando di...

M.O.: Putin vuole incontro Abu Mazen/Netanyahu; si' palestinese
Putin (Afp) 

(AGI) - Ramallah, 29 ago. - Il presidente russo, Vladimir Putin, sta tentando di organizzare un incontro tra il presidente palestinese Abu Mazen, e il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, a Mosca, prima della fine dell'anno. Lo ha reso noto un alto esponente palestinese.
"C'e' un'iniziativa russa per riunire israeliani e palestinesi, ma ancora non c'e' risposta sul fronte israeliano", ha dichiarato Ahmad Majdalani, membro del Comitato esecutivo dell'Olp.
E c'e' gia' il si' palestinese: il presidente, Abu Mazen, ha fatto sapere che partecipera' "a qualunque iniziativa regionale o internazionale per una pace giusta", ha segnalato il suo portavoce, Nabil Abu Rudeina.
Secondo fonti palestinesi che hanno chiesto di rimanere anonime, l'iniziativa di Putin si deve a "una combinazione particolare di interessi di Usa e Russia. "Gli Usa vogliono distruggere l'iniziativa di pace francese, ma non possono dirlo ufficialmente. La Russia ha la stessa intenzione, per i suoi problemi bilaterali con Parigi, che sono collegati alla Crimea e alla Siria, e per questo fanno un invito ora". "Non ha molto senso fare questa riunione quando a settembre ce ne sara' una a New York con i 30 ministri degli Esteri che hanno partecipato al lancio dell'iniziativa di pace francese".
Rudeina ha precisato che i palestinesi parteciperanno "agli sforzi arabi e internazionali, oltre all'iniziativa francese, che siano diretti verso una soluzione a due Stati e si impegnino nella creazione di uno Stato indipendente palestinese con capitale a Gerusalemme Est", ha detto una nota inviata all'agenzia statale palestinese Wafa.
Una fonte vicina alla Muqata, la sede del governo dell'Autorita' nazionale palestinese, ha aggiunto che, se si celebrasse l'incontro, non ci sarebbe alcun cambio nella posizione palestinese, che mette tre condizioni per la ripresa del dialogo di pace: il congelamento della crescita delle colonie israeliane, la liberazione dei detenuti palestinesi nelle carceri israeliane da prima del processo di Oslo e un calendario fermo per il negoziato. (AGI)
.