Untitled

DOPO PUBBLICAZIONE DEL DOSSIER SULLA SPENDING REVIEW. NOMINE SCRITERIATE E SPRECO DI SOLDI PUBBLICI

Dopo la pubblicazione del dossier sui costi della politica, elaborato da un pool di esperti coordinato da Massimo Bordignon e consegnato al commissario sulla spending review Carlo Cottarelli, il Codacons presenta oggi stesso un nuovo esposto alla Corte dei Conti, chiamando in causa la Rai.

Dal documento - spiega l'associazione - emerge come la rete di Stato sia il simbolo di una mala gestione dei soldi pubblici. Il rapporto, infatti, evidenzia un continuo giro di nomine all'interno dell'azienda, specie nei telegiornali, dove direttori, vicedirettori e caporedattori vengono nominati ad ogni cambio di Governo o di CdA, mentre i precedenti tornano al loro posto senza pero' perdere titolo e stipendio di livello superiore. Prassi che ha portato ad esempio il Tg1 ad avere solo un terzo di redattori ordinari e due terzi di graduati.

"Abbiamo deciso di chiedere alla Corte dei Conti di fare chiarezza - afferma il Presidente Carlo Rienzi - Vogliamo cioe' sapere in quale misura le nomine senza criterio all'interno dei tg Rai configurino uno spreco di denaro pubblico, e quali provvedimenti la Corte intenda assumere nei confronti dei responsabili di eventuali danni all'Erario".

17 luglio 2014