Uber: giudice conferma blocco 'Uber-pop'

CODACONS: PER UTENTI NOTIZIA NEGATIVA. VA CAMBIATA LA LEGGE PER RENDERLA AL PASSO CON LE NUOVE POSSIBILITA' OFFERTE DAL MERCATO

La decisione del tribunale di Milano di respingere l'istanza di sospensione del blocco della app 'Uber-pop' rappresenta per gli utenti una notizia negativa. Lo afferma il Codacons, commentando la sentenza che rigetta il ricorso della multinazionale.

"E' piu' che mai urgente una modifica della legislazione vigente in materia, che adegui la norma al fine di renderla al passo con le nuove possibilita' offerte dal mercato e dalla tecnologia - spiega il presidente Carlo Rienzi - Ovviamente devono essere previste tutele per i tassisti, che non devono subire danni ingiusti e una lesione della propria professionalita', ma crediamo sia ampiamente possibile integrare in Italia servizi come Uber Pop ai taxi tradizionali. Non e' possibile costruire dighe per ostacolare lo sviluppo e nuove possibilita' in favore degli utenti - prosegue Rienzi - perche' in tal modo si produce un evidente danno ai consumatori sul fronte della liberta' di scelta e delle tariffe".

10 giugno 2015