Truffe: consumatori contro "Tutto Pellet"

L'Unione Nazionale Consumatori invita i consumatori truffati dal titolare del negozio torinese "Tutto Pellet" a partecipare al processo, rivolgendosi al Comitato del Piemonte dell'associazione.

Roma, 4 giugno 2015 - "Aderire ad un'azione collettiva gia' promossa da altri consumatori, dando mandato ad un'unica associazione, consente di abbattere le spese processuali e permette, pertanto, anche alle persone che individualmente non sarebbero in grado di sostenerle di poter partecipare ugualmente al giudizio". E' quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell'Unione Nazionale Consumatori, invitando i consumatori che nei mesi scorsi, in Piemonte, ma anche nelle regioni vicine, sono stati truffati dal titolare del negozio "Tutto Pellet", a rivolgersi alla sede regionale dell'associazione in Piemonte per avere assistenza.

Contro il titolare del negozio che non ha mai consegnato ai clienti la merce ordinata, infatti, e' stato instaurato un procedimento penale attualmente pendente avanti la Procura della Repubblica di Torino; coloro che hanno gia' presentato nei termini una querela, ma non hanno ancora nominato un difensore, possono farsi rappresentare dunque (come molti altri consumatori hanno gia' fatto) dal Comitato Regionale del Piemonte dell'Unc, rilasciando una nomina in qualita' di persona offesa dal reato.

Dopo la conclusione delle indagini preliminari sara' possibile anche costituirsi parte civile con lo stesso procuratore e nel medesimo procedimento al fine di ottenere il risarcimento del danno subi'to.

Tutti gli interessati potranno prendere contatti con la nostra sede Regionale scrivendo a comitatotorino.unc@libero.it o recandosi alle sede di Torino Via Roma n. 366 (Tel: 011.5611800).