Strage reality, Codacons: dopo ennesimo incidente stop a trasmissioni pericolose

RICERCA DELL'AUDIENCE SPINGE A SUPERARE SEMPRE PIU' I LIMITI

Dopo la tragedia avvenuta in Argentina che ha visto la morte di 10 persone coinvolte in un reality show, il Codacons chiede di sospendere in Italia tutte le trasmissioni televisive che possano rappresentare un potenziale pericolo per i concorrenti e per chi vi lavora.

"Si tratta dell'ultimo di una serie di incidenti anche gravi che hanno caratterizzato negli anni il mondo della tv ed in particolare dei reality show - spiega il Presidente Carlo Rienzi - La ricerca spasmodica dell'audience ha portato le produzioni televisive a spostare sempre piu' in la' i limiti, introducendo prove e format sempre piu' estremi. L'ultima strage deve far riflettere sulla necessita' di proseguire su tale strada. Crediamo sia necessario, anche alla luce delle recenti polemiche sulla sicurezza sollevate da alcuni concorrenti di un reality italiano, introdurre limitazioni a tali show che vadano a garanzia dell'incolumita' di concorrenti e lavoratori, senza tuttavia pesare sull'aspetto creativo e artistico".

10 marzo 2015