Scuola: domani Corte Costituzionale decide sul caso dei docenti precari

Alla Consulta anche il Codacons che difende migliaia di insegnanti precari

(Codacons) - Domani martedì 17 maggio la Corte Costituzionale si pronuncerà sull’annosa questione dei contratti a termine per i docenti precari italiani. Dopo centinaia di sentenze favorevoli agli insegnanti ottenute dal Codacons nei tribunali di tutta Italia, con i giudici che hanno condannato il ricorso reiterato a contratti a termine per i lavoratori della scuola da parte dello Stato Italiano e disposto risarcimenti e indennizzi, la questione approda ora alla Consulta. Sei sono le ordinanze giunte alla Corte dai tribunali di Trento, Vibo Valentia e Roma, tutte relative alla violazione delle disposizioni europee che vietano allo Stato il ricorso continuo a contratti di lavoro a tempo determinato, fenomeno che ha creato negli anni – denuncia il Codacons – migliaia e migliaia di posti di lavoro precari nel settore della scuola.

    “Domani saremo alla Consulta a difendere i docenti, ma la nostra azione a tutela dei precari va oltre – afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi, candidato a sindaco di Roma – La lista “Codacons x Roma” in corsa alle comunali della capitale ha inserito infatti tra i candidati anche una maestra precaria, Federica Barbagallo, in rappresentanza delle istanze dei docenti”.